• LA LISTA DELLA SPESA
  • fiori di campo secchi
  • latte
  • zucchero
  • farina
  • uova
  • pasta sfoglia
  • panna fresca
  • fragole
  • zucchero a velo (per guarnire)

Per una Pasquetta degna di questo nome volevo preparare un dolce che fosse fresco, colorato, diverso dal solito e che piacesse comunque a tutti.

E così, mentre mi muovevo in cerca di un’ispirazione, sono incappata per caso in una puntata del sabato de La prova del cuoco, in cui il pasticcere Sal De Riso mostrava la preparazione di una millefoglie al profumo di fiori e guarnita di frutta… inutile dire che mi ha colto un’illuminazione divina, per cui in un solo istante ho deciso che  il mio dolce per Pasquetta (visto che ne erano già previsti altri tre più un sorbetto… ma quello, come si dice da queste parti, sgura, ovvero sgrassa) sarebbe stato quello!

Ho però apportato diverse modifiche alla ricetta mostrata dal, lui sì, provetto pasticcere: la mia millefoglie non è guarnita da una crema bavarese, ma da una normale crema chantilly (più morbida, perché non ha la colla di pesce), ho utilizzato come frutti solamente le fragole (perché, banalmente le pesche al momento non sono ancora per nulla buone e perché semplicemente non ho trovato frutti di bosco che mi ispirassero) e non ho messo in mezzo alla millefoglie uno strato di pan di spagna: la mia è una millefoglie, punto e basta.

Spero che, nonostante queste modifiche, la mia millefoglie vi sappia conquistare!

Millefoglie ai fiori di campo e fragole

Di
Pubblicata:

  • Resa: 8 Persone servite
  • Preparazione: 60 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Pronta In: 2 ore 15 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. La sera prima rispetto a quando vorrete comporre la millefoglie, dovete compiere due operazioni: preparare la crema pasticcera e mettere a macerare le fragole con lo zucchero, in modo che la crema abbia modo di raffreddare del tutto e le fragole di macerare per 7-8 ore.
  2. Per la crema pasticcera, anzitutto dovete mettere a bollire il latte insieme ai fiori secchi, lasciando poi il tutto in infusione per 3 o 4 minuti. Poi filtrate il latte e misuratene il volume: se per caso ne fosse evaporato troppo, aggiungete un altro po’ di latte in modo da raggiungere i 500 ml. Mettete ora in una terrina i tuorli d’uovo e lo zucchero, e lavorateli con le fruste elettriche; poi aggiungetevi la farina e il latte aromatizzato ai fiori di campo. Una volta ottenuto un composto piuttosto liquido, mettetelo in una pentola dal fondo spesso e cuocete a fuoco vivo mescolando continuamente, fino ad ottenere una crema liscia e densa. Mettete la crema ottenuta in un contenitore coperto di pellicola per alimenti e lasciate a raffreddare.
  3. Mondate poi le fragole e tagliatele in piccoli pezzi: mettetele in una terrina, aggiungetevi 3 cucchiai di zucchero e mescolate bene, lasciando poi in frigo a macerare per una notte.
  4. Il giorno dopo, iniziate con la preparazione della pasta sfoglia: se l’avete trovata di forma rettangolare, tagliate le due sfoglie in rettangoli (o quadrati) di uguali dimensioni (almeno quattro), se avete trovato solamente la forma rotonda (come è accaduto a me), poco male, taglierete le due sfoglie in quattro semicerchi uguali! Preriscaldate il forno a 200° C, punzecchiate uniformemente con una forchetta le parti di sfoglia precedentemente tagliate e cospargetele per bene di zucchero. Infornatele per circa 10 minuti, o finché non saranno belle dorate, e poi lasciatele raffreddare.
  5. Nel frattempo montate a neve ben ferma la panna (zuccherandola o meno, a seconda del vostro gusto. Io non l’ho zuccherata) e poi incorporatela alla crema pasticcera (che sarà bella fredda e sodissima: pertanto, prima di incorporarvi la panna, procedete a spezzarla un po’ con un cucchiaio di legno) con un cucchiaio di legno o una spatola, procedendo dal basso verso l’alto, per non smontare la panna. Avrete così ottenuto la crema chantilly al profumo di fiori di campo.
  6. Ora non vi resta che  la comporre la millefoglie: in un piatto da portata sistemate il primo semicerchio (o rettangolo, o qualsiasi altra forma abbiate ottenuto) di pasta sfoglia, ricopritela con uno strato generoso di crema chantilly e poi mettete al di sopra un po’ di fragole macerate nello zucchero. Procedete poi con gli altri strati, fino ad esaurimento degli ingredienti (un consiglio: quando andate a sovrapporre lo strato di pasta sfoglia, schiacciate delicatamente con le mani, in modo da compattare gli strati, che sennò risulteranno troppo distaccati), ed in modo da terminare con un bel campo di fragoline fresche. Se, come è successo a me, vi è avanzata della crema e delle fragole, usatele come guarnizione del piatto.
  7. Alla fine, guarnite il tutto con un po’ di zucchero a velo, che sottolinerà il contorno del dolce (al contatto con la crema e le fragole, infatti, si dissolverà), e mettete a riposare qualche ora in frigo.

 

Ti è piaciuto questo post?