• LISTA DELLA SPESA
  • burro
  • farina 00
  • farina di grano saraceno
  • uova
  • zucchero
  • confettura di lamponi del Trentino (o di mirtilli, gelsi, fichi)

Qualche tempo fa mi è arrivata in regalo una fantastica confezione di farina di grano saraceno, e stavo attendendo l’ispirazione per un fare dolce particolare, che ne esaltasse il sapore deciso, appena appena amarognolo, e la sua genuinità. Avevo in mente dei biscotti (che comunque non escludo di proporvi in futuro, visto che di farina me ne è avanzata), ma poi ho pensato ad un dolce veramente genuino, semplice e iper-adattabile, e ho così deciso di fare una crostata.

E, per sposarsi al meglio con il sentore forte del grano saraceno e con la dolcezza intrinseca della frolla, ho scelto una marmellata che fosse dolce, ma non troppo, con un retrogusto appena appena asprigno, che ha creato un connubio secondo me perfetto: ho scelto, infatti, una marmellata di lamponi del Trentino Alto Adige (marca Terre d’Italia), dolce al punto giusto e con l’accento aspro che cercavo.

Ne è risultato un dolce semplice, gustoso, per niente stucchevole, perfetto per la colazione, a fine pasto o per l’ora del the.

Sperando che siate conquistati anche voi da questo felice (a mio avviso) accostamento, vi lascio alla ricetta!

Crostata (o crostatine) di grano saraceno con confettura di lamponi del Trentino

Di
Pubblicata:

  • Resa: 1 crostata di 24 cm di diametro
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Pronta In: 2 ore 0 minuto

Ingredienti

Istruzioni

  1. Prima di tutto preparate la pasta frolla: impastate brevemente le due farine, lo zucchero e il burro freddo tagliato a tocchetti fino ad ottenere una consistenza briciolosa. Aggiungete a questo composto le due uova, impastando fino ad ottenere una palla di pasta liscia ed omogenea, che avvolgerete in pellicola da cucina e metterete a riposare in frigorifero per almeno mezz’ora (ma più la farete riposare, e meglio sarà).
  2. Trascorso questo tempo, tirate fuori dal frigo la pasta frolla e pre-riscaldate il forno a 180° C.
  3. Imburrate ed infarinate una teglia di 24 cm di diametro. Prendete la pasta frolla e tagliatene un terzo, che riporrete nuovamente in frigo (vi servirà per le strisce decorative). Stendete ora la pasta fino ad uno spessore di circa mezzo centimetro (anche un po’ di più andrà benissimo) e foderatevi la teglia.
  4. Guarnite con l’intero vasetto di marmellata, distribuendone il contenuto equamente sulla superficie della torta. Livellate i bordi della pasta frolla, in modo che risultino di poco più alti dello strato di marmellata.
  5. A questo punto, tirate fuori dal frigo la pasta che avete tenuto da parte, stendetela nuovamente ad uno spessore di circa mezzo centimetro (o poco più) e tagliatene 7-8 strisce, che distribuirete al di sopra della marmellata, in modo da creare la classica “grata” da crostata.
  6. Cuocete in forno già caldo per circa 30 minuti, o finché la crostata non risulti bella dorata. Lasciate raffreddare completamente e poi sformatela.
  7. Il procedimento è il medesimo se preferite fare delle crostatine; ovviamente i tempi di cottura saranno più brevi, intorno ai 15 minuti.

Crostatine 2 blog

 

Ti è piaciuto questo post?