Sticky lemon chicken, per gli amici sticky licky fricky

Tempo fa ho scoperto sul sito del Cavoletto di Bruxelles una ricetta che mi ha catturato fin dal nome, fin dalla prima lettura, fin dalla foto, cioè la ricetta per quello che Sigrid chiama Sticky lemon chicken (ovvero pollo appiccicoso al limone), che definisce ricetta per cuochi con due mani sinistre, quindi adattissima anche per i più imbranati -cosa che fa approdare dritta dritta questa ricetta nella categoria Cucina for dummies.

Insomma, mi è parsa fin da subito una ricetta semplice, leggera e gustosa, che valesse la pena di provare… ma poi è rimasta là, nella mia cartella dedicata ai segnalibri culinari, insieme ad un numero sempre crescente di ricette che mi ispirano e che prima o poi proverò. Sono quindi mesi che dico al fidanzato “dobbiamo assolutamente provare questo chicken lemon finger… no, chicken licky lemon finger.. no, sticky chicken licky“. Ovvero, ho storpiato il nome –peraltro semplice– di questa ricetta così tante volte, che ormai il suo nome ufficiale è sticky licky fricky. Voi non fate come me…chiamatelo con il suo nome. O, se proprio volete usare la mia denominazione, sappiate che ho i diritti di autore.

Insomma, chiamatelo come volete, ma una cosa è certa: è davvero il piatto semplice, leggero e gustoso che immaginavo! La facilità della sua preparazione è quasi imbarazzante, ed oltre a ciò (non vi basta?!) è un piatto in cui profumi e sapori diversi fra loro si sposano alla perfezione e danno vita ad un pollo (che, diciamolo, di per sè non è il massimo della vita) saporito, appiccicoso (quindi da mangiare rigorosamente con le mani) e con una salsina deliziosa (così tanto che ho dovuto sottrarre la teglia al fidanzato, che avrebbe mangiato anche la carta da forno, a forza di rabastare la salsina).

Guardatelo qui, e ditemi se non ve lo mangereste a quattro palmenti?!

Sticky lemon chicken

Di Pubblicata:

  • Resa: 2 Persone servite
  • Preparazione: 5 minuti
  • Cottura: 30 minuti
  • Pronta In: 1 ora 5 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Mettete in una ciotola abbastanza capiente il pollo fatto a pezzi. Aggiungete la scorza e il succo del limone, il miele, l’olio extra-vergine, la salsa di soia, l’aglio, del timo e, infine, salate e pepate. Mescolate il tutto con le mani e lasciate a marinare per circa 20-30 minuti.
  2. Ora pre-riscaldate il forno a 180°C. Prendete una teglia, rivestitela di carta da forno e sistemate al suo interno il pollo, ricoprendolo con la marinatura. Infornate in forno già caldo per circa 30 minuti, o finchè il pollo non assumerà un bel colore dorato (come vedete in foto). Io a metà cottura ho aperto il forno, preso con un cucchiaio parte della marinata e l’ho versata nuovamente sopra il pollo, lasciando poi terminare la cottura, per un risultato dall’aspetto quasi caramellato.
  3. Impiattate e coprite i singoli pezzi di pollo con una cucchiaiata di marinatura. Mangiate il pollo ben caldo e con le mani. Un ultimo consiglio: non mangiate la carta da forno!

DOWNLOAD THE ENGLISH RECIPE BY CLICKING HERE

Sticky lemon chicken

 

8 pensieri su “Sticky lemon chicken, per gli amici sticky licky fricky

  1. con le ali di pollo deve essere la fine del mondo!!! io di solito vado per il piccante, ma questo freaky licky sticky chicky deve essere fantastico!!! 😀 ecchettelodicoaffa’? domani compro chicken wings & honey 😛

    1. Eh, infatti il mio prossimo tentativo sarà sicuramente con il pollo a pezzi e, soprattutto, con le ali di pollo, che credo che così diano il meglio! Io anche di solito le faccio in versione piccante, ma questa mi ispira assai…
      Solo che avevo nel frigo le cosce, e allora ho sperimentato!
      Fammi poi sapere come sia il risultato sulle ali, che così ho una scusa per seguirti a ruota! 🙂

        1. Va a tuo gusto… secondo me, se non è troppo spessa ed è di un pollo sano la puoi tranquillamente lasciare.. diventa croccante croccante, rilascia il suo grasso nel piatto e diventa gustosissima 🙂
          Però se non ti piace per nulla la pelle, toglila tranquillamente!

    1. Maddai! Sono troppo contenta!! È semplice e veloce (marinatura a parte, che secondo me potrebbe pure essere fatta un giorno per l’altro e dimenticata in frigo, per dire), e soprattutto troppo buono!
      Mi confermi che evitare di leccarsi le dita è pressoché impossibile? 😀

  2. Ciao! Oggi ho deciso di cimentarmi! Mi sorge un dubbio però perché sono veramente incapace…se lo metto a marinare nel pomeriggio e poi lo faccio cuocere la sera è un problema?

    1. In fatto di marinature, se giochi d’anticipo non sbagli mai! Per una carne delicata come il pollo direi di non superare in linea di massima le 8-10 ore, ma se ne passa qualcuna di più nessun problema!
      Marinatura in frigo, con contenitore coperto di pellicola, e poi l’importante è far tornare a temperatura ambiente prima di buttare tutto in forno.
      Spero la ricetta ti sia piaciuta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook