Non so a voi, ma a me l’abbinamento fra il bianco e il rosso ricorda immediatamente l’estate. In primis nell’abbigliamento, visto che in estate il bianco la fa da padrone e il suo accostamento con il rosso è semplicemente divino (io ho un amore sfrenato per le magliette da marinaretto bianche e rosse, ma forse è solo una mia turba mentale), ma anche nel cibo.

Se ci pensate un attimo vi accorgerete che non sto farneticando (non troppo, almeno): pensate alla caprese (il bianco e rosso estivo per eccellenza), alla pasta fredda bianchiccia che si sposa con i succosi pomodorini estivi (e con altro, naturalmente), a tutta la moltitudine di frutti rossi estivi… e, proprio per fare onore a quest’ultima categoria, non potevo esimermi dall’abbinare le fragole a qualcosa di bianco e succulento. Così, da buona piemontese (ebbene sì, l’invenzione è nostra, sappiatelo), ho subito pensato alla panna cotta. Devo commentare il risultato, o le foto (che potremmo catalogare sotto la dicitura in loving memory, visto che la panna cotta è ormai defunta) lo fanno al posto mio?

Di sicuro si tratta di un dolce fresco, estivo, che potrete abbinare a qualsiasi frutto desideriate, per alleggerirlo un po’ rispetto al canonico abbinamento panna cotta-caramello (o panna cotta-cioccolato): quindi, via di fragole, lamponi, albicocche, mirtilli, pesche…ciò che più vi piace, insomma, perché il risultato sarà comunque imbattibile.

PANNA COTTA CON COULIS DI FRAGOLE

Ingredienti (per 4 persone)

Per la panna cotta 

* 400 ml di panna fresca

* 100 ml di latte

* 100 g di zucchero a velo (per il granulare ne bastano 60 g, secondo me). NB a me non piace dolcissima, ma se volete potete aumentare la quantità di zucchero di 50-60 g

* 3 fogli di colla di pesce (6 g)

* una bacca di vaniglia (opzionale – a me non piace l’aroma di vaniglia nella panna cotta, quindi ho evitato)

Per la coulis di fragole

* 250 g di fragole (qui potete naturalmente abbondare)

* 2 cucchiai di zucchero (o di più, secondo i gusti)

Procedimento

Mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti. Nel frattempo, mettete a scaldare la panna e il latte in un pentolino (se avete scelto di aromatizzare alla vaniglia, mettete anche la bacca di vaniglia incisa nel senso della lunghezza dentro al pentolino), aggiungendo poi lo zucchero e mescolando, in modo che questo si sciolga completamente. Portate quasi al punto di ebollizione e spegnete il fuoco (togliendo la bacca di vaniglia, se l’avete messa). Strizzate la colla di pesce e mettetela nel pentolino insieme alla panna e al latte, mescolando in modo che la colla di pesce si sciolga completamente.

Bagnate appena gli stampini con acqua fredda e versate il composto al loro interno, filtrandolo con un colino a maglie strette (così eliminerete eventuali grumi, di colla di pesce e non). Mettete nel frigo per almeno 5-8 ore, ma potete tranquillamente prepararlo un giorno prima (anzi, sarà ancora meglio).

Circa un’ora prima di servire, preparate il coulis di fragole: lavate e mondate le fragole, mettetele in un robot da cucina (oppure nel bicchiere del frullatore ad immersione) insieme a due cucchiai di zucchero (se preferite potete aumentare la quantità di zucchero, anche in base a quanto siano aspre le fragole) e frullate per qualche istante. Se preferite una salsa priva dei semini, filtrate la purea di fragole con un colino a maglie strette, altrimenti mettete semplicemente la vostra salsina a raffreddare in frigorifero.

Al momento di servire, capovolgete gli stampini su dei piattini da dolce e sformate la panna cotta incidendone i bordi con la lama sottile di un coltellino; se non bastasse, immergete gli stampini brevemente (altrimenti la panna inizierà a sciogliere) in acqua calda. Infine decorate con il coulis di fragole a piacimento; in aggiunta, potete anche guarnire con fragole intere.

 

Ti è piaciuto questo post?