La buona norma recita che in estate si dovrebbero mangiare molte verdure, molta frutta, mangiare cibi leggeri e bere molti liquidi.

Ecco, la chiave è "si dovrebbe": io amo le verdure (la frutta un po' meno), ma che vita triste sarebbe senza nemmeno una bella "botta di vita" ogni tanto?!

E allora perché non indulgere, di quando in quando, e concedersi un bel dolce fresco, anche se sicuramente non leggerissimo?! E cosa c'è di meglio di una bella cheesecake alla Nutella, per viziarsi per benino?!

Lo so, sembra una reclame della Nutella (che comunque è un prodotto del mio territorio, quindi potrei essere autorizzata alla reclame), ma in realtà tutto è partito da un'altra idea e un'altra ricetta, quella di Alessia di Muffins, cookies ed altri pasticci per la cheesecake ai Ferrero Rocher (che poi non ci si allontanava molto dalla Nutella… la famiglia è sempre quella!), che ho provato ormai un annetto fa e che mi aveva conquistato per la sua semplicità e bontà.

Quindi, per una bella cenetta fra amici a tema piemontese (ma non troppo… almeno sul dolce volevo glissare sui grandi classici della mia regione, visto che insalata russa, risotto al barbera e risotto al castelmagno avevano già dato un'idea sufficiente del Piemonte -per sedare eventuali critiche, sappiate che ho fatto una goodie-bag a base di bonet per tutti gli invitati… sia mai che faccia stare scontento qualcuno!) volevo ripetere il felice esperimento, ma mi sono ricordata di una tragica verità: in estate, causa caldo, niente Ferrero Rocher.

E quindi su cosa ho dovuto ripiegare, con grande sgomento e fastidio di tutti i presenti? Sull'odiatissima Nutella (per chi non l'avesse capito, sto scherzando, eh.. diciamo che se avessi impiegato un nanosecondo in più per fotografare la torta, forse ora non sarei qui a parlare… e inizio a pensare che quel punto sfocato in alto nella foto possa essere una ditata di qualche impaziente alla macchina fotografica)!

Insomma, una piccola rielaborazione sul tema che ha lasciato tutti a bocca… piena

CHEESECAKE ALLA NUTELLA senza cottura (qualcosa di estivo c'è, diciamolo!)

Ingredienti (per una tortiera di 24 cm di diametro)

Per la base

* 200 g di biscotti secchi (tipo Digestive, Petit e simili. Io ho usato in parte petit, in parte digestive con gocce di cioccolato e avena.. lo so, sono viziosa). Ho aumentato un po' le dosi date da Alessia, perchè la mia tortiera è più grande

* 100 g di burro fuso

Per la crema (le dosi qui sono identiche a quelle di Alessia, con le dovute sostituzioni: in questo modo avrete una base un po' più alta, e uno strato non altissimo di crema)

* 200 g di Nutella

* 100 g di ricotta

* 2 uova

* 80 g di zucchero

* mezza tazzina di caffè freddo

* 1 pizzico di sale

Per quarnire

* granella di nocciole q.b

* granella di cioccolato fondente q.b

* Nutella q.b

Procedimento

Tritate finemente (ma non troppo: almeno a me piace che la consistenza del biscotto si senta sotto i denti) i biscotti nel mixer; mettete i biscotti sbriciolati in una terrina e unitevi il burro fuso, mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo. Foderate il fondo di una tortiera apribile con della carta da forno, facendo in modo di rimboccare la carta in eccesso sotto la teglia (in questo modo sarà poi più semplice far scivolare la torta su un piatto da portata) e chiudete intorno i bordi a cerniera (così la carta da forno, nonostante l'eccesso, sarà pinzata nella teglia). Lo so, l'ho già detto per la torta gelato, ma repetita iuvant. Mettete il composto sul fondo della teglia, livellandolo con un cucchiaio, e mettete in frigo: così la base avrà modo di compattarsi mentre preparate la crema.

In una terrina montate a neve ferma gli albumi con un pizzico di sale e lasciate da parte (magari nel frigo). In un'altra terrina montate i tuorli con lo zucchero finché otterrete un composto chiaro e spumoso; a questo punto, sempre sbattendo con le fruste elettriche, aggiungete la ricotta, la Nutella e il caffè freddo. Ora incorporate delicatamente gli albumi montati a neve con una spatola o un cucchiaio di legno, mescolando dall'alto verso il basso e facendo attenzione che il composto non si smonti.

Tirate fuori la teglia dal frigo e versate sulla base di biscotto la crema, livellandola con un cucchiaio o una spatola. Lasciate la cheesecake nel frigo almeno due o tre ore prima di servirla.

Al momento di servire, guarnite con la granella di nocciole, quella di cioccolato amaro e con qualche ciuffo di Nutella … qualcuno dice panna montata?! Viziosi anche voi, vedo!!

PS: non siate incauti come la sottoscritta: prevedete un numero di ciuffi di Nutella pari al numero di commensali, per evitare l'effetto "assalto alla diligenza" e/o l'effetto "persone per bene che si accoppano per un ciuffo di Nutella".

Ti è piaciuto questo post?