• LA LISTA DELLA SPESA:
  • uova
  • zucchero
  • farina 00
  • maizena
  • lievito per dolci
  • yogurt (per me alla vaniglia)
  • olio extra-vergine
  • bacca di vaniglia (opzionale)

Dopo un po’ di post a tema differente, torno alla colazione.. non che io nel frattempo abbia smesso di produrre dolci per la colazione (giammai), ma semplicemente perché nel mentre ho rispolverato dei grandi classici della colazione, che non escludo prima o poi vedrete anche qui.

Ogni tanto, però, devo (è una necessità vera e propria) sperimentare qualcosa di nuovo, possibilmente anche per sfruttare tutte le prelibatezze che mi trovo per casa, siano esse hand-made, vinte con qualche contest o gentilmente offerte da qualche ditta, del territorio et non.

Qui ho messo insieme una ricetta base (presa dal blog La farfalla di cioccolato) e una prelibatezza incredibile, cioè una confettura extra di ciliegie che mai più userò per una torta… non fraintendetemi, la torta è venuta deliziosa, ma quella confettura richiede di essere mangiata a cucchiaiate o usata per guarnire una panna cotta, da tanto è buona… e io solitamente detesto la confettura di ciliegie, per capirci.

Ho unito i due ingredienti, et voilà, la colazione perfetta: un plumcake con marmellata, facile da fare (con il trucchetto per ottenere un plumcake con cuore di marmellata e non con “sedere di marmellata”, come ho invece ottenuto io dimenticando il mio stesso trucchetto), buono e genuino.

Un pane e marmellata 2.0: il plumcake alla marmellata!

Plumcake con confettura extra di ciliegie

Di
Pubblicata:

  • Resa: 1 plumcake (8 Persone servite)
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 45 minuti
  • Pronta In: 60 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Precisazione iniziale: nella foga di preparare il plum cake ho dimenticato di mettere la confettura da utilizzare nel freezer. Ciò impedisce alla marmellata di precipitare sul fondo della torta (come è accaduto a me). Io consiglio di mettere nel freezer il quantitativo che pensate di utilizzare anche due o tre ore prima di preparare la torta. Se volete fare una cosa ancora più professionale, potreste surgelare la marmellata già spalmata su carta da forno/pellicola alimentare, dando una forma affine a quella che vorrete poi trovare nel plum cake -per esempio una striscia lunga e sottile o un salamotto-, così da mettere poi direttamente quella forma nella torta, dal momento che la marmellata congelata è difficilmente maneggiabile per ottenere un risultato ordinato.
  2. Sbattete le uova con lo zucchero e la vaniglia (se utilizzata) finché non avrete un composto soffice e spumoso.
  3. Aggiungete quindi lo yogurt, continuando a sbattere con le fruste. Poi, sempre sbattendo, aggiungete la farina, la maizena e il lievito (oppure il preparato nel suo intero) setacciati. Infine, aggiungete l’olio.
  4. Pre-riscaldate il forno a 180°C.
  5. Imburrate e infarinate uno stampo da plum cake, poi versate metà dell’impasto al suo interno. Distribuite quindi cucchiai di confettura ghiacciata e poi coprite con la restante parte di impasto.
  6. Infornate in forno già caldo per circa 40-50 minuti (io a 3/4 di cottura ho spostato il plum cake da metà al ripiano più basso); fate comunque la solita prova stecchino per verificarne la cottura.
  7. Sfornate, fate raffreddare, poi mettete in un piatto e gustate, magari con un rinforzo di confettura. Si mantiene più di una settimana (se dura così tanto) in un normale porta torte.

Ti è piaciuto questo post?