È ormai metà dicembre… i più preparati di voi avranno già finito i regali di Natale e si beeranno di questa soddisfazione, altri saranno ancora là con le strenne da ideare, comprare ed impacchettare (che poi, come mai mancano sempre i regali fondamentali, quando si arriva in fondo alla lista?!) e poi alcuni si ridurranno alla Vigilia a comprare la prima cosa che capiti sotto mano per l’ansia di non farcela.

Ecco, io di solito rientro nella prima categoria, quella di persone che iniziano a pensare ai regali di Natale quando ancora si usano le infradito, e che spesso riescono a terminare tutto con un inquietante anticipo.. ma quest’anno sarà un Natale un po’ particolare per me, che comprenderà tanti regali home-made e un po’ più di calma.. che si trasformerà in panico quando mi accorgerò di aver dimenticato il regalo per la nonna a 10 minuti dal pranzo di Natale.

Ma, almeno in parte, non posso rinunciare al mio proverbiale tempismo e, anche se so che il Natale deve ancora arrivare, sono talmente avanti che oggi non vi propongo qualche regalino home-made e last-minute, bensì una ricetta per disfarvi degli avanzi natalizi di torrone. Insomma, oggi faccio un po’ la parte del Grinch che scaccia il pensiero del Natale, quasi come fosse già passato!

In realtà, non so a voi, ma a me il torrone proprio non piace granché… se è duro è troppo duro, se è molle si attacca ai denti (e gradirei non sentire un “That’s what she said” di mia conoscenza), e poi è troppo dolce. Insomma, non rientra certo fra i miei dolci preferiti, ma alla fine delle Feste qualche confezione di torrone superstite rimane sempre in casa…

E così, sia che il torrone non vi piaccia in modo particolare e che magari preferiate rifilarlo a qualche ospite, che vogliate preparare un dolce natalizio per le prossime feste (non mi sono dimenticata che il Natale in realtà deve ancora arrivare… e cosa fa più “Natale” del torrone.. forse solo il Panettone) o che vogliate conservare lo spirito del Natale nel freezer ancora per un po’, ecco una ricetta semplice, ma di sicuro effetto, che saprà accontentare tutte queste esigenze, e forse anche qualcuna in più.

SEMIFREDDO AL TORRONE
(ricetta presa da Dolcemania)

Ingredienti (per 6 piccoli semifreddi)

* 200 g di torrone bianco duro o torroncini (io ho usato quello di nocciole, ma va benissimo anche quello di mandorle)
* 2 uova
* 40 g di zucchero
* 200 ml di panna fresca
* un pizzico di sale
* un pizzico di zucchero a velo
* rum (opzionale; io l’ho omesso)
* cioccolato fondente o extra-fondente (per guarnire, se volete)
* latte (per guarnire, se volete)

Procedimento

Mettete per qualche ora il torrone nel freezer e poi tritatelo in modo abbastanza fine con un mixer. Separate gli albumi dai tuorli. In una terrina montate gli albumi a neve fermissima con un pizzico di sale e un pizzico di zucchero a velo.
In un’altra terrina montate i tuorli con lo zucchero. In un’altra ancora, montate la panna.
Ora mescolate i tre composti, dall’alto verso il basso per non smontare il tutto; aggiungete quindi il torrone sbriciolato e, se lo desiderate, il rum.
Distribuite il composto in pirottini monoporzione (io ho utilizzato quelli di alluminio usa e getta), copriteli con l’alluminio e metteteli in freezer per almeno 10 ore (ma potete preparare questo dolce anche una settimana prima).
Al momento di servire, sformate i semifreddi nei piattini e, se volete, guarnite con una salsa di cioccolato fuso e latte, o con una ganache di cioccolato fuso e panna.

Con questa ricetta partecipo al contest di Fashion Flavors dal titolo Ricicliamo il Natale

Ti è piaciuto questo post?