Iniziare il nuovo anno con dolcezza: cioccolatini ripieni di ganache al profumo di arancia

Reduci dai pranzi della Vigilia, di Natale, di Santo Stefano, di Capodanno, alle porte quello (forse) per l'Epifania e qui mi si propone la produzione di cioccolatini?

Risponderò in modo molto semplice e sincero: , perché il nuovo anno merita di essere iniziato con dolcezza, sia mai che così si decida a portare qualcosa di buono (vorrete mica attirarvi chissà quale sfortuna non celebrandolo con il dovuto garbo?!).

Quindi, nonostante tutti i pranzi, le cene, i cenoni e gli aperitivi, rimboccatevi le maniche e via a preparare qualcosa di dolce (ma non troppo, sono pur sempre cioccolatini fondenti) e profumato (all'arancia) per ingraziarsi il 2012.

… Che poi magari hanno ragione i Maya e sarà tutto inutile!

BUON (forse ultimo) ANNO!

CIOCCOLATINI RIPIENI DI GANACHE AL PROFUMO DI ARANCIA

Ingredienti (per 14 grossi cioccolatini)

Per il guscio

* 200 g di cioccolato extra-fondente

Per la ganache

* 100 g di cioccolato extra-fondente

* 100 ml di panna fresca

* scorza di arancia grattugiata

Procedimento

Per fare il guscio dei cioccolatini, la cosa più importante è temperare il cioccolato, in modo da stabilizzare i cristalli di grasso (per evitare la formazione dell'inestetica patina bianca e per far sì che il cioccolato stia nella posizione da voi scelta, senza sciogliersi drammaticamente). Fate sciogliere 2/3 del cioccolato extra-fondente (133 g) a bagno maria; nel mentre, tritate finemente al coltello il restante terzo di cioccolato (67 g). Quando il cioccolato sarà sciolto, toglietelo dal fuoco e aggiungete il resto del cioccolato tritato finemente, mescolando, in modo che il cioccolato tritato si sciolga, abbassando contemporaneamente la temperatura del cioccolato fuso, che deve essere portata a 27° C (ma ci sono scuole di pensiero secondo cui la temperatura ottimale a cui portare il cioccolato sia 28° o 29° C), per poi rimettere brevemente il cioccolato a bagno maria ed alzare la temperatura di 2° C (quindi portandola a 29°, 30° o 31° C, comunque mai più di 32° C); questo ultimo passaggio (alzare la temperatura) può essere bypassato. A questo punto, il cioccolato può essere utilizzato.

Quindi, create il guscio dei vostri cioccolatini versando il cioccolato fuso nello stampo in silicone (o in policarbonato) ed eliminando il cioccolato in eccesso. Io consiglio di fare due colate successive, in modo che il guscio sia abbastanza resistente, dal momento che si vuole creare un cioccolatino ripieno. Quindi, fate la prima colata, lasciate raffreddare in frigorifero, fate la seconda colata (assicurandovi sempre che il cioccolato sia alla temperatura corretta) e lasciate nuovamente in frigorifero. Tenete da parte il cioccolato avanzato e, nel mentre, preparate la ganache.

Mettete a scaldare la panna fino a portarla quasi ad ebollizione. Aromatizzatela con la scorza di arancia grattugiata e lasciate in infusione qualche minuto; nel mentre, tritate finemente al coltello 100 g di cioccolato extra-fondente. Portate quindi nuovamente quasi a bollore la panna e spegnete il fuoco; versate il cioccolato tritato nella panna e mescolate vigorosamente, fino a che il cioccolato non sarà perfettamente fuso e la ganache liscia. Lasciate raffreddare, poi mettete in una sac-à-poche.

Riprendete lo stampo per cioccolatini e riempite il guscio (ormai freddo) con la ganache. Poi riportate alla temperatura corretta il cioccolato fuso avanzato dai gusci, create il fondo del cioccolatino (anche qui in due riprese, per migliorare la resistenza) e poi mettete a raffreddare in frigorifero. Quando i cioccolatini saranno ben freddi, sformateli e confezionateli per regalarli, oppure teneteli per voi… credetemi, sarà dura separarsene!

So che la ricetta sembra molto complessa, ma in realtà la preparazione è più semplice di quanto possa sembrare. Qui sotto vi lascio una foto/idea di confezionamento natalizia (ripetibile per altre festività, ovviamente), semplice ed efficace.

11 pensieri su “Iniziare il nuovo anno con dolcezza: cioccolatini ripieni di ganache al profumo di arancia

  1. Giuliaaaaaaaaa…..in effetti mi sono riproposta di vivere come se fosse l’ultimo anno che ci rimane, alla fine sarò invecchiata di 10 anni ma almeno mi sono goduta la vita! E questi cioccolatini entrano di diritto nella lista dei propositi riprovevoli che ho nascosto sotto il cuscino. Ti abbraccio carissima! Pat 

    1. Eh, mi sa che come proposito non è niente male, visto che, come si dice a Roma, “se campa na vorta sola”.
      Questi cioccolatini devono assolutamente rientrare nella lista dei peccati riprovevoli e piacevoli (i fantomatici guilty pleasures :P) di ciascuno di noi.. tanto la ganache la si può aromatizzare a ciò che si vuole 😉

      Un bacione

      Giulia

    1. In periodo di feste mi sa che è destino di tutti ingrassare, ahimè! 😉 Però un piccolo cioccolatino qui e là, cosa vuoi che faccia?! 🙂

      Giulia

  2. Ho fatto anche io questi cioccolatini ma aromatizzati al caffè. Tra l’altro ho lo stesso stampino!! Avevo pubblicato la ricetta nel vecchio blog (che ora non esiste più) ma devo ancora riportarla sul sito nuovo (www.cucinaghiotta.it)…quasi quasi vado a rispolverare il mio post che è lì tra le bozze da mesi. Una domanda: non ti se ne è rotto neanche uno? I primi tre cioccolatini mi sono andati in frantumi togliendoli dalle formine, che rabbia!
    A presto.
    Francesca

    1. Che buoni che devono essere al caffè, Francesca! La prossima volta che li farò (visto che ora ho anche un altro stampo, così posso farne il doppio in metà tempo :P) assortirò di più gli aromi!
      Facendo il doppio strato di cioccolato come guscio (quindi abbastanza spessotto) non mi si sono rotti, mentre i primi, che avevo fatto con uno strato troppo sottile, sì!
      Vabbè, immagino che, come me, non avrai sprecato nemmeno quelli rotti 😉
      A presto

      Giulia

    1. Carla, tantissimi auguri di Buon Anno a te e marito!
      Speriamo che porti finalmente qualcosa di buono, e non solo a me!

      Un abbraccio

      Giulia

  3. Ciao , sei bravissima, i cioccolatini meravigliosi,li ho gia’ fatti e ho fatto un figurone o meglio te hai fatto un figurone.Mi puoi dire dove hai comprato questi bellisimi stampi e esattamante come sono grandi
    Un abbraccio Rita

    1. Ciao Rita!
      Grazie mille per i complimenti… mi fai arrossire!
      Sono molto contenta che con la mia ricetta tu sia riuscita a fare bella figura, e non è di sicuro merito mio (se non in minimissima parte). Per quanto riguarda gli stampi in silicone, li puoi trovare nei negozi di attrezzature per pasticceria (che di solito vendono anche ai privati), ma spesso ormai li vedo anche sui banchi dei mercati o negli scaffali dei supermercati.
      Unica pecca è che sono difficilotti da maneggiare, soprattutto se si vogliono fare cose un po’ elaborate. Per questo, al corso di pasticceria che sto frequentando, ci hanno consigliato gli stampi in policarbonato, rigidi e trasparenti, effettivamente ottimi, e quelli si trovano nei negozi per pasticceria (credo… non li ho ancora acquistati). Indicazione che credo possa essere utile: gli stampi per cioccolatini vanno lavati raramente (tipo 2 volte l’anno), per evitare di eliminare il burro di cacao, utilissimo per la creazione dei cioccolatini.

      A presto,

      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook