Ci sono dei profumi che inevitabilmente mi riportano a determinate stagioni, a certi luoghi, a precisi istanti. Dicono che l’olfatto sia un senso molto potente, capace di attivare la memoria in modo più istantaneo rispetto agli altri sensi.

Io non posso definirmi una “feticista degli odori“, ma non posso negare che il profumo di una persona, l’aroma confortante del pane appena sfornato o l’odore di alcune erbe aromatiche costituiscano delle “sensazioni odorose” che rimangono dormienti nel cervello, pronte a risvegliarsi ad ogni buona occasione.

Sarà che ho preso il “naso” di mio papà, non esteticamente (ne ho preso la forma, ma non le dimensioni.. non me ne voglia, ma è andata decisamente meglio così), ma proprio a livello sensoriale.. forse devo il mio olfatto a lui non solo per una questione genetica, ma per una questione di “allenamento“.. in tantissime foto di me da piccina insieme a mio padre, lui è immortalato nel gesto di farmi annusare della lavanda, del rosmarino o chissà quale altra erba aromatica.
È possibile che ciò abbia influito sullo sviluppo dell’olfatto? Chi lo sa, ma a me piace pensare che sia così.

E, se certi odori rimandano ad atmosfere autunnali (le caldarroste o l’odore di sottobosco, di funghi), estive (l’odore di salsedine o di crema solare, per quanto mi riguarda) o primaverili (la primavera ha un suo odore proprio e caratteristico, che credo derivi dalla vita che rinasce dopo il torpore dell’inverno), ci sono anche odori che accompagnano l’inverno.. in questi giorni siamo circondati dall’odore della neve (“Perché, la neve ha un odore?“, vi chiederete… secondo me sì, ma non saprei descriverlo o definirlo), ma ci sono dei profumi e degli abbinamenti che “sanno” di inverno, di casa calda, di the fumante.

Per me il profumo di cannella, quello del miele e delle mele che cuociono in forno rientrano fra i profumi invernali.. e allora perché non farli sposare in un muffin?

MUFFIN MELE, CANNELLA, NOCI PECAN E MIELE

Ricetta di Francesca, del blog Tracce di cibo (liberamente interpretata)

Ingredienti (per 12 muffins)

* 300 g di farina

* 12 noci pecan, grossolanamente tritate

* 1/2 cucchiaino di cannella

* 1 cucchiaino di lievito per dolci

* 1 mela (ricavate 12 fettine, che serviranno da guarnizione, mentre il resto tagliatelo a tocchetti)

* 110 g di burro fuso freddo

* 2 uova

* 100 g di miele (quello che preferite -io ho usato il Millefiori, ma la prossima volta voglio provare con quello di castagno, più deciso nel gusto)

* 150 g di yogurt bianco

* latte q.b (opzionale)

Procedimento

In una terrina mescolate gli ingredienti secchi (farina, noci pecan, cannella e tocchetti di mela). In un’altra terrina mescolate quelli liquidi (burro, uova, yogurt); infine, incorporate gli ingredienti liquidi in quelli solidi, senza mescolare troppo (l’impasto non deve risultare troppo liscio, come sempre nel caso dei muffin).

Se l’impasto risultasse troppo secco (deve essere facilmente mescolabile con un cucchiaio), potete aggiungere del latte.

Scaldate il forno a 180° C.

Sistemate i pirottini nella teglia da muffin e riempiteli per 3/4 (io li riempio sempre un pochettino di più), e poi sistemate in ogni muffin una fettina di mela, spingendola un po’ nella pastella.

Infornate in forno già caldo per circa 15 minuti (ma verificate con lo stecchino, come sempre).

Questi muffins rimangono un po’ umidi e spugnosi (per la presenza della mela e dello yogurt), e non sono molto dolci (per me sono giusti, ma io non amo il troppo dolce). Se amate i dolci un po’ più dolci, aggiungete ancora del miele. Io credo che la prossima volta aggiungerò all’interno anche dello sciroppo d’acero: Francesca li ha serviti con lo sciroppo, e io voglio provare a metterlo nell’impasto.. poi vi dirò.

Ti è piaciuto questo post?