Ebbene sì, lo ammetto, ho voglia di arrostirmi al sole (e non più quello del mio giardino), di spiaggia e di mare. Ma questa voglia non mi ha annebbiato a tal punto da sentire il profumo o il rumore di mare nelle zucchine.. ho bisogno di una vacanza, ma non così tanto! È il ripieno di queste zucchine ad avere un profumo di mare, quello ligure per la precisione (ma, date le mie rielaborazioni, si tratta senza dubbio del versante ligure più vicino al Piemonte).

Ormai manca poco alla mia partenza (è probabile che il prossimo post sarà scritto da un’altra località), manca poco a quando rivedrò finalmente il mare, il mare di cui sento sempre nostalgia, e che ogni anno attendo con ansia di rivedere, emozionata come una bambina davanti al suo giocattolo preferito. E, mentre inganno questa ormai breve attesa, mi conforto con queste deliziose zucchine che sanno di mare e di estate, e con le splendide parole di Baudelaire su questo specchio azzurro che tanto amo.

L’uomo e il Mare

Sempre il mare, uomo libero, amerai!
Perché il mare è il tuo specchio; tu contempli
nell’infinito svolgersi dell’onda
l’anima tua, e un abisso è il tuo spirito
non meno amaro. Godi nel tuffarti
in seno alla tua immagine; l’abbracci
con gli occhi e con le braccia, e a volte il cuore
si distrae dal suono al suo di questo
selvaggio ed indomabile lamento.
Discreti e tenebrosi ambedue siete:
uomo, nessuno ha mai sondato il fondo
dei tuoi abissi; nessuno ha conosciuto,
mare, le tue più intime ricchezze,
tanto gelosi siete d’ogni vostro
segreto. Ma da secoli infiniti
senza rimorso nè pietà lottate
fra voi, talmente grande è il vostro amore
per la strage e la morte, o lottatori
eterni, o implacabili fratelli!

Charles Baudelaire, “I fiori del male”

 

ZUCCHINE RIPIENE ALLA LIGURE

(ricetta tratta da Giallo Zafferano)

Ingredienti (per 2 persone)

[io ho utilizzato dosi di ripieno doppie e, con l’avanzo, ho fatto delle polpettine che ho cotto in forno, rimanendo morbide e leggere, davvero deliziose]

* 4 piccole zucchine tonde (o 4 zucchine normali)

* 1/2 panino raffermo

* latte q.b

* olio extra-vergine q.b

* 1 piccola cipolla, tritata finemente

* 2 filetti di acciuga (io li ho omessi perché non li avevo)

* 75 g di tonno sgocciolato (io ho usato lo sgombro)

* 20 g di pinoli

* 1 cucchiaio di capperi sotto sale

* Parmigiano Reggiano grattugiato q.b

* 1 uovo

* maggiorana (fresca o secca) q.b

* pepe q.b

* sale q.b

Procedimento

Lavate le zucchine e fatele lessare intere in acqua salata per circa 10 minuti (devono cuocere, ma rimanere croccanti). Nel frattempo tagliate il pane raffermo a quadratini  e lasciatelo ammorbidire in una ciotola con del latte.

Fate scaldare un cucchiaio d’olio in una padella e fatevi soffriggere la cipolla tritata, aggiungendo poi i filetti di acciuga tritati (io li ho omessi, come già detto, perché non li avevo). Scolate le zucchine e lasciatele intiepidire; se utilizzate le zucchine tonde, tagliate la calotta e svuotatele con un cucchiaio; se utilizzate normali zucchine, eliminate le estremità, tagliatele a metà per il lungo e svuotatele con un cucchiaino. Aggiungete quindi la polpa svuotata al soffritto di cipolla e acciughe, lasciando cuocere il tutto per qualche minuto.

Accendete il forno a 180° C.

Nel frattempo tritate insieme (anche con il mixer) il pane strizzato, il tonno (o lo sgombro) sgocciolato, i pinoli e i capperi (preventivamente dissalati). Poi, in una terrina, mischiate il trito ottenuto con la polpa di zucchine soffritta con cipolle e acciughe, quindi aggiungete il parmigiano, l’uovo e la maggiorana. Aggiustate di sale e pepe.

Riempite ora le zucchine con il composto ottenuto e poi disponetele in una teglia oliata. Condite con un filo di olio e cuocetele in forno già caldo per circa 20-30 minuti, finchè avranno una bella crosticina dorata. Sfornatele e lasciatele riposare per 5 minuti prima di servirle.

Come già detto, se volete raddoppiare le dosi di ripieno, o se semplicemente ve ne avanzasse, potete fare delle polpettine, passarle nel pan grattato e sistemarle in una teglia oliata, condendo ancora con un filo d’olio. Infornatele per circa 20 minuti a 180° C, girandole a metà cottura: trattandosi di un ripieno piuttosto morbido, le polpette rimarranno umide e gustose, davvero buone.

Ti è piaciuto questo post?