Pasta frolla al burro salato e arancia: uno, nessuno, centomila

 

Da quando a dicembre è terminato il corso professionale di pasticceria, la ricetta che mi sono trovata più spesso ad utilizzare è stata quella della pasta frolla, un po’ perché la adoro, e un po’ perché credo sia incredibilmente versatile, perché la si può facilmente trasformare in 1001 modi, uno migliore dell’altro.

Così, trovandomi per le mani ancora un panetto di burro salato 1889 comprato allo spaccio delle Fattorie Fiandino qualche tempo fa, ho deciso di fare una frolla lievemente salata (spezzando il burro salato con quello normale) e profumata all’arancia, come già aveva fatto Sara. Io ho preso lo spunto da lei, preferendo poi quella che ormai definisco la mia ricetta della pasta frolla.

Ma, appunto, una delle cose belle della frolla è che con il medesimo impasto (anche piuttosto semplice, direi) si possono creare diverse prelibatezze. E così, con un solo impasto, ecco le mie semplici tre proposte.

Inizio prima a lasciarvi, però, la ricetta base, quella per i biscotti di frolla, o frollini che dir si voglia.


Pasta frolla al burro salato e arancia
Print
Ricetta: Dolci, Biscotti
Cucina: Italiana
Autore:
Tempo di preparazione:
Tempo di cottura:
Tempo totale:
Ingredienti
  • 500 g farina 00
  • 150 g burro
  • 150 g burro salato
  • 200 g di zucchero
  • 80 g di tuorlo d'uovo (circa 4)
  • un pizzico di sale
  • scorza di arancia grattugiata
Procedimento
  1. Lavorate il burro con lo zucchero, finché quest'ultimo non sarà completamente assorbito.
  2. Fate un buco nel mezzo dell'impasto ottenuto, versatevi i tuorli, la scorza di arancia grattugiata (abbondante), un pizzico di sale, e lavorate nuovamente.
  3. Aggiungete infine la farina setacciata, impastando il tutto fino ad ottenere una palla. Tutto questo processo deve avvenire il più velocemente possibile (circa 5 minuti), e senza lavorare troppo il burro.
  4. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola per alimenti e lasciatela riposare in frigorifero ALMENO un'ora (ma maggiore sarà il riposo, meglio sarà per i biscotti).
  5. Riprendete quindi la pasta, ponetela su una superficie leggermente infarinata e stendetela fino ad uno spessore di 3-5 mm (a seconda delle vostre preferenze); ritagliate i biscotti, disponeteli su una teglia antiaderente o coperta di carta da forno e lasciate i biscotti a riposare in frigorifero ancora un po' (così si riprenderanno dallo stress della lavorazione; io vi consiglio almeno mezz'oretta, ma anche qui potete tranquillamente allungare i tempi).
  6. Pre-riscaldate il forno a 180° C e cuocete per circa 10-12 minuti (i biscotti devono dorare appena).

La mia prima proposta è un semplice biscotto o, nel mio caso, un cookie, viste le grandi dimensioni e il timbro “home made” che vi ho impresso.

Frolla al burro salato e arancia - home made blog

Prima che arrivi la domanda, il timbro utilizzato per ottenere i biscotti è questo, amatissimo regalo dell’altrettanto amatissimo fidanzato, che ha evidentemente ben compreso come arrivare al mio cuore (e non solo per il timbro).

Con lo stesso impasto ho foderato dei piccoli stampini da crostata, ottenendo così delle ottime crostatine, perfette per la colazione. Io ho scelto di utilizzare una marmellata di arance (in tema), piena piena di scorzette come piace a me.

Frolla al burro salato e arancia - crostatina blog

Invece, coppando dei biscotti più piccoli e ricavando un foro centrale in metà di questi, dopo la cottura li ho accoppiati, utilizzando come “colla” una farcitura, che potrebbe essere nuovamente una marmellata o confettura. Io, prendendo sempre spunto da Sara, ho optato per una crema di pistacchi regalatami a Natale da una coppia di cari amici. La crema in questione si chiama Scyavuru, ottimo prodotto siciliano che d’ora in poi diventerà la mia droga favorita.

Frolla al burro salato e arancia - con pasta di pistacchio blog

8 pensieri su “Pasta frolla al burro salato e arancia: uno, nessuno, centomila

  1. ossignore…ti chiedi perché sei di là, ed io faccio lo stesso su questa pagina….l’ultima foto con la crema di pistacchio (che ho anche io preziosissima), mi sta facendo immalinconire.
    La tua frolla la proverò, anche se ovviamente come te, ho la mia. Ma mi piace provare e questa mi sembra davvero intrigante! Bacione bella ragazza!
    Pat

    1. Fai conto che io la crema di pistacchio la tengo, insieme all’olio di nocciole, nel mio armadio dei vestiti, in camera (per farti capire, vicino allo “scrigno” dei “gioielli”, le virgolette sono d’obbligo) 😀

      Eheh, chi non ha la propria ricetta della frolla, di questi tempi?! 
      Se provi la mia, poi dimmi come ti sembra!
      Un abbraccio e buon week-end 🙂

      Giulia

  2. No ma adesso mi spieghi come sei riuscita a fare i cookies così perfetti! ho lo stesso stampo, regalo fatto da me medesima ;P che il marito si rifiuta, ma l’ultimo tentativo è stato disastroso… Sarà merito della frolla? 😉 E comunque voglio un biscotto con la scyavuru… Un abbraccio e grazie per gli auguri,mi hanno fatto un gran piacere

    1. Non saprei proprio se il merito sia della frolla o no.. questo per me è stato il primo tentativo, ed effettivamente è andata subito bene (una volta tanto!). L’unico consiglio che mi sento di dare è una frolla non troppo sottile, o col timbro diventa una bella sottiletta 😉
      Credimi, dopo aver provato un biscotto con la scyavuru (che si trova da Eataly) non si torna indietro.. è dipendenza 😀
      Figurati per gli auguri e, anzi, li rinnovo!
      Buon week-end

      Giulia

  3. io sono una frolla dipendente, e con me sfondi una porta aperta. ho giusto fatto una crostata lo scorso weekend, in una fase compulsiva di puliza della credenza in cui ho trovato delle marmellate regalatemi da chissà chi e chissà quando. e così mi sono trovata con un elenco lunghissimo di prodotti da dover fare fuori! tra cui, appunto, una crema di pistacchi, che devo assolutamente provare allora con questi biscotti. un bacino, e buona settimana!

    1. Come ti capisco sulla dipendenza da frolla 😉
      Mi sa tanto che questo week-end replico, sì che replico, ma in versione crostata, con marmellata e non.. a presto per scoprire con cosa 😀

      Non so se consigliarti di aprire o no la crema di pistacchi.. there’s no coming back :O

      Buon fine settimana, mia cara

      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook

Vota questa ricetta: