• LA LISTA DELLA SPESA
  • farina 00
  • uova
  • spinaci
  • ricotta
  • latte
  • burro
  • passata di pomodoro
  • cipolla
  • carota
  • sedano
  • noce moscata
  • Pamigiano Reggiano

C’è poco da fare, ci sono dei piatti della tradizione italiana che si ricollegano immediatamente alla festa. Quei piatti che, non appena appoggiati sul tavolo, fanno pensare alla domenica, alla casa, alla famiglia tutta disposta intorno al desco (la parola forbita del giorno). Di solito quei piatti, almeno nel mio immaginario, sono (quasi) sempre fumanti, (quasi) sempre perché appena usciti dal forno.

Provate a pensarci: le lasagne, la pasta al forno (che per me non sono la stessa cosa), i timballi, la parmigiana di melanzane, gli arrosti (con tanto di patate al forno, ovviamente), e poi pizze e focacce, e chi più ne ha più ne metta. Sarà, ma le pietanze cotte in forno secondo me sono un po’ sinonimo di festa, di cura per la tavola, di convivialità.

E fra questi piatti, e a pieno diritto, entrano anche i cannelloni, che io amo nella loro versione più famosa e forse più semplice, quella ricotta e spinaci, conditi con sugo di pomodoro e besciamella. Lo ammetto, preparati da zero richiedono un certo impegno: tutto in questo piatto può (e forse deve) essere fatto a mano, ed è questa sfida che mi conquista ogni volta che li preparo. Perché amo trovarmi di fronte ad un piatto che possa definire davvero “fatto in casa” (mi attrezzerò per fare anche le pirofile in casa, per correttezza filologica) e che possa dire alle persone sedute intorno al tavolo “vi voglio bene” al primo assaggio. E questa non è cosa da tutti i piatti…

Cannelloni teglia blog

Cannelloni ricotta e spinaci al sugo di pomodoro

Di
Pubblicata:

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 2 ore 0 minuto
  • Cottura: 40 minuti
  • Pronta In: 2 ore 40 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Per prima cosa preparate il sugo, così da portarlo a cottura mentre preparate il resto. Io faccio un soffritto di carota, cipolla e sedano, che faccio saltare in olio extra-vergine d’oliva. Aggiungo poi la passata, aggiusto di sale e lascio cuocere a fuoco lento finché il sugo non mi sembra arrivato a cottura (quando utilizzo la mia passata, che ha già cotto a lungo in origine, faccio cuocere per non più di 30-45 minuti; con la passata comprata, ovviamente, di più). Ovviamente preparate il sugo come siete abituati a fare, poi lasciate raffreddare.
  2. Preparate la pasta per i cannelloni: impastate la farina con le uova e un pizzico di sale, fino ad ottenere un impasto omogeneo. Avvolgete la pasta nel cellophane (in modo che non secchi; se non avete il cellophane, lasciate la pasta sotto una ciotola messa rovesciata) e lasciate riposare almeno mezz’ora.
  3. Stendete poi la pasta in fogli non troppo sottili (se utilizzate la macchina per la pasta, stendete fino alla penultima tacca) e tagliate poi con una rotella o un coltello affilato dei rettangoli di circa 14×10 cm di lato (o come preferite).
  4. Mettete sul fuoco una padella con abbondante acqua, leggermente salata e oliata. Sbollentate i vostri rettangoli di pasta per 2-3 minuti ognuno (potete cuocerne 3-4 per volta), poi scolateli e fateli asciugare per bene su degli strofinacci.
  5. Nel frattempo preparate il ripieno: in una pentola fate sciogliere una noce di burro, poi fate saltare gli spinaci (ben lavati, mi raccomando), salate e portate a cottura. Fate raffreddare.
  6. Tritate al coltello o con un mixer (dipende da quanto fine volete il trito) gli spinaci, poi unite la ricotta, del Parmigiano grattugiato, sale se necessario e, se gradite, un uovo (aiuterà il ripieno a rimanere più compatto, ma non è strettamente essenziale). La farcia è pronta.
  7. Preparate la besciamella, ultimo ingrediente per i cannelloni (che avrà tempo di intiepidire): in un pentolino fate scaldare il latte fino quasi ad ebollizione (potete farlo anche in microonde, se vi è più comodo); in un altro pentolino, fate sciogliere il burro e fatevi tostare la farina per un paio di minuti. A questo punto, aggiungete via via il latte, mescolando con una frusta; salate e aggiustate di noce moscata. Lasciate cuocere, sempre mescolando, finché la besciamella non avrà raggiunto la consistenza desiderata.
  8. Prendete una pirofila abbastanza grande e, se volete, mettete sul fondo qualche cucchiaio di sugo (io non sempre lo faccio).
    Ora potete farcire i vostri cannelloni e comporre la pirofila: prendete un rettangolo di pasta e mettete al centro, disponendolo come su una riga, un cucchiaio abbondante di ripieno; avvolgete la pasta fino ad ottenere un “cannolo” ripieno. Disponete nella teglia e procedete in questo modo fino ad esaurimento dei cannelloni (o della teglia; a me ne sono servite due).
  9. Coprite con abbondante sugo di pomodoro, poi aggiungete la besciamella (mescolandola un po’ al sugo o lasciandola più isolata) e finite con una generosa spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato.
  10. Cuocete in forno caldo a 180° per 20-30 minuti, fino a quando non sarà bella colorita (anche sbruciacchiata, secondo i gusti) e il ripieno ben caldo (testate con uno stecchino, se necessario).

 

Cannelloni blog

 

Ti è piaciuto questo post?