Non si butta via niente – Pasta con pesto di piselli e prosciutto crudo croccante, e di contorno.. bucce!

Oggi si parla di due argomenti: di cucina leggera (ché con il caldo -finalmente- in arrivo non fa male alleggerirsi un po’, e non solo in vista della temutissima prova costume) e di sprechi, o meglio, di come evitarli.

Infatti qui con un ingrediente di stagione, i piselli freschi, si preparano ben due ricette. I piselli, infatti, vengono utilizzati in un pesto dal sapore fresco ed aromatico e di un colore che mette allegria solo a guardarlo, mentre le loro bucce vengono semplicemente stufate in padella con un’impercettibile quantità di burro.

Un ingrediente, due ricette, un menù bell’e pronto e poche calorie in tavola.

Due credits necessari: a Juls, da cui ho “rubato” il pesto di piselli, per me arricchito da prosciutto crudo croccante, invece che della pancetta, e a mio papo, maestro nella sottile arte di pulire le bucce dei piselli per non buttare via nulla (o quasi). Un avvertimento, però: pulire le bucce è un lavoro noioso (che tipicamente si fa davanti alla tv), per cui si necessita del giusto apporto di pazienza di Giobbe; poi non dite che non l’avevo detto! Però sappiate anche che questo lavoro ingrato sarà ripagato ampiamente: le bucce dei piselli sono, oltre che a costo 0, gustosissime, infinitamente più buone rispetto a qualsiasi tipo di baccello interamente commestibile che possiate trovare in circolazione (per intenderci, le taccole non sono nulla in confronto)!

Pasta con pesto di piselli e prosciutto crudo croccante (e bucce di secondo)

Di Pubblicata:

  • Resa: 2 Persone servite
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 10 minuti
  • Pronta In: 40 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Sgranate i piselli tenendo da parte le bucce.
  2. Scottate i pisellini in acqua bollente salata per circa 5 minuti, poi scolateli e passateli subito sotto l’acqua fredda per mantenere il loro colore verde brillante.
  3. Versateli nel bicchiere del mixer, aggiungete le foglie di menta e basilico, un pizzico di sale e frullate finché non otterrete una crema omogenea. Juls aggiungeva anche circa 125 ml di olio extravergine di oliva, che io ho omesso in virtù di una maggiore leggerezza e visto che i piselli riescono già da soli a formare una crema. Assaggiate e regolate di sale, se necessario.
  4. Mentre la pasta cuoce in abbondante acqua bollente salata, stracciate con le mani le fette di prosciutto in piccoli pezzi e mettetele a cuocere in una padella antiaderente senza aggiungere grassi, finché non sarà croccante.
  5. Scolate la pasta, conditela con il pesto di piselli, un filo d'olio a crudo (se gradito) e del Parmigiano Reggiano grattugiato. Finite guarnendo il piatto con il prosciutto croccante e una foglia di menta e di basilico.
  6. Per le bucce: prendete una buccia, e dividete a metà il baccello. Staccate con le mani l'estremità, e tirate, per eliminare le due parti filose laterali. A questo punto piegate la buccia a metà (nel senso della lunghezza) e separate la parte esterna, carnosa, da quella interna, più legnosa e semi-trasparente. Buttate quest'ultima e tenete da parte la prima. Ripetete fino ad esaurimento (l'avevo detto che era noioso).
  7. Lavate le bucce, quindi fate sciogliere una piccola noce di burro in un'ampia padella. Aggiungete le bucce e fate rosolare qualche minuto; aggiustate di sale e portate a cottura (ci andranno circa 20 minuti, ma dipende da quanto sono tenere le bucce; consiglio di assaggiare per testare), se necessario aggiungendo dell'acqua.


Pasta al pesto di piselli blogBucce brasate blog

 

15 pensieri su “Non si butta via niente – Pasta con pesto di piselli e prosciutto crudo croccante, e di contorno.. bucce!

  1. Giulia hai toccato due argomenti a me molto cari.. gli sprechi e la cucina leggera e di stagione… Concordo sulla linea della responsabilità e dell’alimentazione sostenibile e che sia leggera meglio ancora, non solo per la prova costume ma per la nostra salute in generale:))… piatti magnifici quelli che ci hai regalato oggi che non mancherò di preparare..:)

    un bacione:*

    1. Grazie mille, Simona! Sono contenta che tu abbia apprezzato questo tentativo di approccio più “seriale” alla cucina leggera, di stagione e senza sprechi, che mi riprometto di continuare (sarà che ora vivo da sola e il bisogno di fare quadrare i conti è ancora più impellente -anche se non sono mai stata una sprecona)!

      Se provi, poi dimmi come ti paiono… io ormai sono una bucce-afficionado! 🙂

      A presto,

      Giulia

      Il giorno 03 giugno 2013 11:32, Disqus ha scritto:

  2. Adoro i piselli… li mangio anche crudi, ma a utilizzare le bucce proprio non ci avrei mai pensato! Complimenti!

  3. cioè fammi capire, sono 3 settimane che non bazzico dalle tue parti???? sono diventata pessima. ma sappi che il mio è un sì a cheese, un si al pesto di piselli (lo proverò!) e un sì al caldo!!! era ora, e speriamo che esploda e duri tantissimo!!! PS ma se ti dico cena in bianco? 🙂

    1. Veramente una persona orribile, a mancare da questi schermi per oltre 3 settimane.. urge recuperare 😛
      Sì a Cheese, olè!! Almeno, se anche andassi sola soletta, so che non dovrò consolarmi con un’intera forma di formaggio a scelta (non che mi spiacerebbe, eh).. c’è tempo per pensarci, comunque 😉
      Sì al pesto di piselli, che è fresco, semplicissimo e buonerrimo.. ma sì anche alle bucce (che, credimi, sono divine).

      SIIIIIIIII alla cena in bianco.. mi sono iscritta (compagno-munita) stamattina, e ora attendo di pubblicizzare l’evento e di studiare un menù adatto (ci impegnamo?!), e di trovare i vestiti (chiaramente ancora a casa vecchia), e di sapere dove-e-quando. Si vede che sono gasata?
      E quando (perché non è un SE) ci vedremo là, ti prego di non dire “sono quella vestita di bianco” 😀

      Un abbraccio

      Giulia

      Il giorno 03 giugno 2013 12:51, Disqus ha scritto:

  4. La pazienza di Giobbe mi manca… ne vorrei tanta in questo periodo 🙁

    Vorrà dire che che mi lancerò nel pesto di piselli tanto per cominciare, un bacione stellina!

    1. A chi non farebbe comodo un po’ di pazienza di Giobbe?! Io sono selettiva nella mia pazienza.. ma per le bucce faccio un’eccezione (ma fai conto che ho sbucciato per tutta la durata di “Manhattan” di Woody Allen :S)!

      Dai, che ti trasmetto un po’ di pazienza..e prova il pesto, che è veloce, fresco e leggero!

      Un abbraccio

  5. Io e la pazienza siamo due esseri a sè stanti,ma in questo caso credo che riuscirei a sopportare la noia della pulizia delle bucce…il fine è davvero intrigante! 🙂

    1. Diciamo che io sono “paziente selettiva” (so essere molto paziente per ciò che mi interessa -avrei dei racconti sui primi tempi con il mio compagno che te li raccomando- ma moooolto impaziente e irosa per altri versi), però per le bucce paziento (certo, dopo due ore di sbucciature ne avevo una bella stufa anche io, eh), perché il risultato è davvero delizioso!

      A presto

      Giulia

      2013/6/4 Disqus

  6. Sono una pigrona, per le bucce dei piselli mi affido a te, anzi, la prossim avolta che la prepari passo ad assaggiarla. Porto il dolce per farmi perdonare la pigrizia 😉
    Un abbraccio

    Sonia
    Oggi pane e salame, domani…

    1. Va bene, accetto lo scambio bucce-dolce, ma solo perché sei tu! Considerando che ci va il corrispettivo di 2kg di piselli perché due persone ne mangino in abbondanza (due piatti pieni), è meglio che inizi a sbucciare sin d’ora! 😉

      Un abbraccio

      Giulia

      Il giorno 04 giugno 2013 12:55, Disqus ha scritto:

  7. Che fameee!Quando la sera dedico un po’ alla lettura dei blog mi viene una fame a guardare le foto dei piatti prelibati che preparate con cura!Come questa pasta, ne assaggerei due forchettate proprio ora!io poi amo la pasta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook