Semplicemente Cheese

Lo scorso week-end ha avuto luogo a Bra un’enorme manifestazione biennale interamente dedicata al mondo del formaggio, Cheese, organizzata e patrocinata da Slow Food.

Ovviamente, amando i formaggi più di me stessa e non essendo così distante da Bra, non potevo certo mancare. Tanto più che l’ultima volta fui frenata da un nubifragio durante il viaggio e, non si sa bene come, finii in un paesino sperduto della Langa in pieno black-out a mangiare fish & chips (sì, ho detto fish & chips in Langa.. e devo dire che era anche uno dei migliori che abbia mai mangiato).

E poi, potevo mancare, visto l’invito a casa Beppino Occelli per una chiacchierata sul mondo del web 2.0 e per una presentazione d’eccezione del progetto “le ricette di Valcasotto” dalla viva voce di Angela, una delle due bravissime Sorelle in pentola?

Assolutamente no, così sono saltata sul primo treno per Bra e mi sono goduta un pomeriggio di sollucchero caseario al 100%.

Prima tappa è stata proprio Casa Beppino Occelli, dove abbiamo chiacchierato di blog, di internet e delle ricette appositamente studiate da Angela per far risaltare le peculiarità dei prodotti Occelli, poi realizzate e filmate nel borgo di Valcasotto (al momento sono uscite le prime due, una dolce e una salata, ma altre seguiranno).
Ovviamente non poteva mancare un momento di degustazione, con una rivisitazione del grande classico piemontese burro e acciughe in versione chic, cioè uno spumone di  burro e acciuga su un piccolo biscotto di brisèe salata, delizioso finger food. Come dolce, invece, sono stati proposti i muffin di Angela, ma il cacao è stato sostituito con la polpa di fichi, e la crema al burro della cupcake è stata aromatizzata alla vaniglia.

Burro Occelli blog
Il classico…
Degustazione Casa Beppino Occelli blog
Il moderno… e il dolce.

Io non ho saputo resistere (anche perché i morsi del mancato pranzo cominciavano a farsi sentire) e ho anche ceduto alla degustazione di formaggi Occelli, uno più buono dell’altro (Tuma dla Paja, Occelli al Tartufo, Cusié, Occelli al Barolo, Occelli alla frutta e grappa di moscato, Verzin).

Formaggi Occelli blog

Poi, per smaltire (si fa per dire), un bel giretto per Cheese, per rifarsi gli occhi e il palato fra formaggi in via di estinzione e quelli tutti da gustare.

Cheese blog

Ma c’era anche pane per i denti degli allergici ai latticini, con una sfilza di cibi da strada (provenienti da tutta Italia e anche dall’estero) da far impallidire qualsiasi sagra di paese… per non parlare delle birre artigianali, con una selezione non troppo vasta, ma rappresentativa (e, devo dirlo, sono rimasta piacevolmente colpita dalla birra Sensuale del Birricio Cita Biunda di Neive).

Street food blog

Insomma, forse non sarà stata una giornata positiva per il mio livello di colesterolo, ma lo è stata (e alla grande, aggiungerei) per il mio umore e per il mio palato.

Al 2015!

 

17 pensieri su “Semplicemente Cheese

  1. Colesterolo si sarebbe statouna botta tremenda per solo qualche assaggio con dieta per 15 giorni ma alle volte il palato ha il diritto di gustare…..grazie mi sono adoperata a mangiare tutto virtualmente non fa male cosi….ciao e buona domenica.

  2. tesoro, come avrei voluto esserci! per assaggiare tutto quel ben di Dio e per incontrarti ancora!!! ma putroppo, ahimè, sono un pò distante per venire in giornata! mi ha colpito la tua frase “amando i formaggi più di me stessa” perchè anche io li amo molto e in questi giorni, segnalato da un’amica che ne fa parte, ho scoperto una cosa che avrei ignorato tutta la vita: la formaggio-fobia! c’è gente che proprio ne ha paura, e li detesta, ma non per il gusto o una motivazione animalista, no, peroprio perchè fobica come io lo sono dei ragni…tu capisci? io no, ma in facebook trovi un gruppo pieno di persone accomunate da questo sentimento di avversione al solo pensiero del formaggio…roba da farsi una cultura…negativa, aggiungerei io 😉 bacio!

    1. Il mio rammarico è solo quello di non essere riuscita a girare un po’ di più fra tutti quei meravigliosi stands.. ma ci vorrebbe una giornata (e forse ancora)!
      Ma non mi lamento.. almeno mi sono goduta la vista (e anche il palato). Giuro che in vita mia non avevo mai sentito parlare di fobia del formaggio.. almeno non un fobia che non fosse causata dall’orrore per il suo odore e il suo gusto.
      Che dire? Non si finisce mai di imparare!!
      Un bacione e presto (spero).

      Giulia

  3. Eh già. Come si fa ad essere ad un tiro da schioppo e a non andare a Cheese? Sarebbe un peccato mortale! 😉 ma nel 2015 spero di non essere dall’altra parte dell’Italia e di potermi incontrare con te! Un bacio! Sere

    1. Hai ragione, essere dietro Bra e non andare a Cheese è un po’ come essere di Torino e non essere mai stati sulla Mole.. io ho solo aspettato di laurearmi, ma poi ci sono andata (nonostante le vertigini) 😉
      Speriamo proprio che nel 2015 potremo incontrarci lì… ma magari anche prima, eh! 😉

      Giulia

  4. la prossima volta non posso mancare davvero!!! mamma mia cosa mi sono persaaaaaa meno male che mi hai fatto vedere cos’ da vicino quali meraviglie ci sono a cheese…

    1. Il vero dramma è che riuscire a controllarsi è praticamente impossibile… e ora ho il frigo pieno di formaggi che manco dovrei mangiare (non in quantità, almeno) 😉

      Giulia

  5. Però di’ la verità: una cosa come la bbbomba non l’avevi provata manco a Cheese.
    Se non altro per la compagnia 😉

    Bello conoscerti.
    Ora devo giusto aggiornarmi di tre anni di blog…

    1. Assolutamente mai provata una delizia simile.. e si sa che la compagnia è la chiave di tutto (e io a Cheese, almeno per buona parte del tempo, sono stata sola come un cane..diciamo che il formaggio è stata la mia consolazione)!

      Anche per me è stato un piacere conoscerti.. e, ti prego, non aggiornarti su 3 anni di blog tutto in una volta.. nemmeno io reggerei ad una dose così massiccia di me 😉
      A presto,

      Giulia

  6. Ci siamo stati anche noi! Da manti dei formaggi non potevamo mancare. Ma ora alcuni che vedo nelle tue foto sono anche nel nostro frigo!^^
    Peccato non averlo saputo prima, semmai ci siamo anche incrociati da qualche parte.

    Fabio

    1. Se anche ci fossimo incontrati, qualcosa mi dice che saremmo stati troppo presi dagli effluvi di formaggio per notarlo 😉
      Ci si incrocerà nuovamente.. o almeno lo spero!
      Un abbraccio,

      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook