Colazione mon amour – Plum cake allo yogurt e arancia

Non aggiungo nulla di nuovo… chi mi conosce lo sa che non so dire di no ad una bella colazione fatta in casa, di solito a base di torte, ciambelloni e simili, facili e veloci da preparare (non come i biscotti, che per me hanno più il sapore dell’occasione, e non della quotidianità), la cui fragranza e morbidezza dura per tutta la settimana.

Io prediligo, appunto, i dolci soffici, morbidi, perfetti per l’inzuppo mattutino (e/o pomeridiano, per i più golosi); quando poi sono anche leggeri, poiché a base di di yogurt o olio (o entrambi), come dire di no?

Plum cake yogurt e arancia collage blog

Così, appena messe le mani sulle prime arance della stagione, già incredibilmente succose, mi sono ricordata di quest plum cake avvistato un bel po’ di tempo fa su Zucchero e Sale, e non mi sono certo tirata indietro.

Ora non avete nemmeno più la scusa del caldo, per non accendere il forno! Presto, ai forni di combattimento!

E buona settimana.. che possa cominciare in morbidezza.

Plum cake yogurt e arancia blog

Plum cake allo yogurt e arancia

Di Pubblicata:

  • Resa: 1 plum cake
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 45 minuti
  • Pronta In: 55 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Montate le uova con lo zucchero e la scorza di arancia grattugiata fino ad ottenere un composto soffice e spumoso.
  2. Aggiungete lo yogurt e continuate a montare.
  3. Aggiungete la farina e il lievito setacciati e mescolate accuratamente con una spatola o un cucchiaio di legno.
  4. Pre-riscaldate il forno a 180°C.
  5. Aggiungete ora l'olio e il succo di arancia poco alla volta e mescolate fino a completo assorbimento dei liquidi.
  6. Imburrate ed infarinate uno stampo da plum cake, quindi versate l'impasto al suo interno.
  7. Cuocete in forno già caldo per 40-45 minuti (fate la prova dello stecchino).

Plum cake yogurt e arancia scritta blog

34 pensieri su “Colazione mon amour – Plum cake allo yogurt e arancia

  1. Bello Giulia! Colorato e morbido come piace a me e , certamente , profumatissimo …. Una meraviglia per la colazione che ti copierò 🙂

    1. Ah, la colazione di stamattina è stata tutta un’altra cosa… io sono storta, così nel week-end faccio colazione banale, poi per la settimana mi preparo i dolcini fatti in casa.
      Sarà che forse in settimana c’è un gran bisogno di generi di conforto per trovare la forza di alzarsi dal letto? 😉

      Giulia

  2. Nessuno penso riesca a rinunciare ad una sana colazione fatta in casa con profumi dal forno!!!! Ottimo il tuo plum cake.
    Buon lunedì

    1. In effetti credo proprio che nessuno sappia dire di no ad una fetta di torta fatta in casa per la colazione… con questo metodo ho già convertito diverse persone alla gioia della colazione 😉

      Buon lunedì anche a te.
      A presto,
      Giulia

  3. Ne ho fatto uno ieri con yogurt e olio ma non è venuto un granché! La prox volta provo questa ricettina…quanto mi piace la crepa sopra!!!!

    Ciao
    Silvia

    1. Avevo imparato al corso di pasticceria che il vero plum cake deve avere la crepa, sennò c’è qualcosa che non va (addirittura, nel caso, consigliano di incidere la superficie apposta..bah).
      Certo, il vero plum cake è una mazzata di burro e canditi, ma da allora ogni volta che preparo un plum cake faccio caso alla crepa, e se non c’è non sono altrettanto soddisfatta 😉
      Prova, poi dimmi!
      A presto,
      Giulia

    1. Devo dire che il plum cake è una delle forme che mi danno più soddisfazione a colazione, insieme al ciambellone, chissà poi perché! Sarà un retaggio dell’infanzia? Chissà cosa direbbe Freud?! 😉
      Comunque per il momento colazione rigorosamente home-made, con dolci rigorosamente semplici e leggeri.. e questo in 10-15 minuti massimo è nel forno.
      Se lo provi, poi dimmi 🙂

      Un abbraccio,
      Giulia

      PS. Anche io adoro quella crepa in superficie!

  4. I cake restano fra i dolci più amati per sofficiezza e senso di casa. Che poi l’arancia mi piaccia praticamente dappertutto, non conta poi molto.
    Lo faccio prestissimo! Un bacio tesoro!

    1. Anche qui i cake vanno alla grande (non che si disdegnino torte e ciambelloni, eh), e io sono alla costante ricerca di nuovi dolci da colazione.. vorrai mica fare due volte lo stesso?
      Eh, anche io ho un debole per gli agrumi dappertutto, quindi a questo non so proprio resistere…
      Un abbraccio,
      Giulia

  5. Con i dolci da colazione conquisti anche me, sarà che ultimamente non ne faccio più a meno… Questa versione allo yogurt mi piace e poi ti è venuta perfetta! ;D

    1. Qui ormai si è sviluppata una vera e propria dipendenza da colazione home-made.. almeno fino al venerdì deve durare, sennò è un dramma (anche perché nel week-end poi ci si consola in altro modo)!
      Ci siamo viziati, ecco… ma finché i vizi sono questi.. ben vengano! Se la provi poi dimmi.. io la trovo semplicissima e di buona riuscita, e non è poco!
      Un bacione
      Giulia

    1. Eh, al plum cake non si riesce proprio a dire di no… e questo, poi, dice proprio “buttati che è morbido” 😉
      E io adoro il profumo di arancia nei dolci… basta, mi sono auto-convinta di aver fatto la scelta giusta! 😛
      A presto,
      Giulia

    1. A volte una parola è poca, ma due sono troppe 😉
      Grazie della visita, Vaty!

      E sai che, ironia della sorte, a me la Roberts sta antipatica? 😛

      Un abbraccio,
      Giulia

    1. Ogni tanto internet ha dei grossi misteri.. il tuo commento non so dove sia andato, evaporando, ma mi accontento di questo.
      E la torta può essere tua, in un’oretta appena… 🙂
      A presto,
      Giulia

    1. Io invece mangio tutto (o quasi) in purezza…Specialmente un plum cake come questo, in cui il sapore dell’arancia si sente eccome 🙂

      Buona colazione per domani 😉
      Giulia

  6. il plum cake è una delle mie torte mattutine preferite : ) i biscotti sono più da merenda ecco, non so come dire.. ma la mattina quando mi alzo ho bisogno di qualcosa che attutisca il risveglio ed un biscotto richiede troppa masticazione : )))
    qui di arance buone e succose neanche l’ ombra, ma se continua così tornano le pesche, sicuro.
    Un abbraccio!!

    1. A me i biscotti piacciono, ma mi manca un po’ la voglia di farne una caterva che basterebbero (appena) per le colazioni della settimana. Invece con una bella torta al venerdì ci arrivo sempre!
      Poi questi dolci soffici e confortanti, in effetti, sono proprio una consolazione quando ti devi alzare presto (ma anche no) al mattino e affrontare la giornata!
      Beh, potresti sempre provare a spremere le pesche 😉
      Caspita, ma fa ancora così caldo? (anche qui non fa freddo, eh, per il periodo, però siamo già in autunno!)

      Un abbraccio,
      Giulia

  7. a chi lo dici! le colazioni ci accomunano nell’amore allora!!! 😀

    e che bello ti è venuto qst plum cake? non è che hai barato ce ci hai messo kili di burro eh? e’ splendido! a me quelli magri vengono un po’ “moscini…” 🙂

    Brava, brava!

    ps: ma quella base/lavagna? che wow! 😀

    1. Io sono una grande fan della colazione.. sempre lieta di incontrarne di nuove!! 🙂
      Giuro, niente burro, niente che non sia scritto lì! Non è la prima volta che lo faccio, e le scorse volte avevo seguito la ricetta originaria. Devo dire che utilizzando yogurt normale (non greco) e aumentandone la quantità è uscito ancora più soffice e bello. A volte la necessità è davvero virtù 😉

      PS. la base/lavagna me la sono costruita io: ho preso un pezzo di compensato, l’ho scartavetrato, pittato con la vernice a lavagna, riscartavetrato e ripittato.. non è liscissima come la vera lavagna, ma fa il suo lavoro!
      Diciamo che sono mesi che attende di essere appesa al muro (dopo aver trovato una cornice adatta), ma ancora giace abbandonata.. e così le ho trovato impiego 😉

  8. Nella sua semplicità il plumcake è uno dei miei dolci preferiti a colazione, ma anche a merenda e dopo pranzo…quando una è golosa, lo è a tutte le ore!

    Provoerò la tua ricetta, cercando di convincere il piccolo di casa che è meglio delle merendine!
    Difficle far passare certi messagi ai bambini bombardati dalla pubblicità!
    Ci provo e ti faccio sapere!

    baci

    1. Immagino che non debba essere semplice avere a che fare con bambini bombardati di pubblicità, ma questo non ha nulla da invidiare ai plum cake di Banderas.. anzi, è solo più buono e più soffice, e pure con un bel retrogusto di agrume.
      E in realtà si possono anche fare in versione mini, con gli stampini apposta di carta (basta avere cura di metterne due o tre uno sopra l’altro, sennò l’impasto si allarga sformando la carta e non sale a cupolotta). Comunque io vedo questa e-mail a cui ti sto rispondendo come mittente.. e ti ho riconosciuta 🙂
      Un abbraccio

      Giulia

  9. Sembrerebbe una ricetta leggera, oltre che semplice. Voglio provare a farla con gli stessi ingredienti, sostituendo la farina 00 con la farina di riso, visto il mio problema. Grazie! ;)))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook