Comfort dessert di fine inverno – Pere al vino rosso per il #GFFD

Ariecchime!

Non ci si vedeva da fine febbraio, complice un week-end lungo in Val d’Aosta, fra sole, neve, fontina e lardo d’Arnad.

Riemergo che è già marzo, ed inaspettatamente questo inizio mese ha portato con sé un’aria ed un tepore che hanno tutto il profumo della primavera che attende impaziente alle porte.

Ma è ancora inverno, quindi perché non concedersi un dessert confortante come le pere al vino rosso, un grande classico qui in Piemonte. La ricetta che ho scelto di proporvi è quella dell’Osteria del Boccondivino di Bra (Cuneo), che ho tratto da Ricette delle Osterie d’Italia. Cucina Regionale.

Pere al vino BLOG

Pere al vino rosso

Di Pubblicata:

  • Resa: 8 Persone servite
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 45 minuti
  • Pronta In: 55 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Lavate bene le pere.
  2. Mettete in una pentola dal fondo spesso e non troppo alta tutti gli ingredienti, portate a bollore e fate cuocere per 30-40 minuti, finché il sugo non sarà addensato e le pere morbide. Il tempo è indicativo, poiché dipende dallo stadio di maturazione delle pere.
  3. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare le pere nel sugo.
  4. Eliminate quindi la cannella, i chiodi di garofano e la scorza di limone e servite le pere, intere oppure tagliate a fette, ricoperte con il sugo di cottura.

Pere al vino finale blog

Con questa ricetta partecipo al Gluten Free (fri)Day

100GlutenFreeFriDay1

10 pensieri su “Comfort dessert di fine inverno – Pere al vino rosso per il #GFFD

  1. Bentornata tesoro:* mi sei mancata:) ma sono felice che abbia trascorso un periodo di vacanza… mio cugino vive da anni in Valle d’Aosta.. è un luogo strepitoso, magico.. un paese delle fiabe che mette serenità… un pò come il tuo dessert che con il freddo di questi giorni ci sta tutto:* un abbraccio

    1. Grazie, Simona!
      Eh, in effetti la Val d’Aosta è davvero un posto meraviglioso.. noi siamo stati a Morgex, e in 3 giorni abbiamo beccato dal sole pieno (goduto sulle piste di La Thuile) alla neve da atmosfera natalizia. Una capatina alle terme ed è stato tutto perfetto, complici anche i chili di polenta, formaggi e lardo 😉

      Un bacione
      Giulia

  2. Tutta vita , eh???
    Fai bene, almeno non rischi, come me, di cucinare di continuo e mangiare !!!! 😀
    Ora ti confesso di non aver mai provato una mela cotta, una pera mi sa di si, ma questa così com’è , giusto con un pò di cioccolato accanto, sono sicura che la apprezzerei moltissimo.

    un abbraccio Loredana
    non so perchè ma non riesco a commentare con il mio account

    1. Guarda, non so cosa stia combinando Disqus in questi giorni, ma tanti hanno avuto problemi con i commenti 🙁

      Eheh, tutta vita.. per quattro giorni, poi la pacchia è terminata!
      Io ormai sono in una fase conclamata di dieta, quindi solo poco olio e taaaaaanta verdura. I dolci sono un lontano ricordo, ma queste pere ancora ancora posso permettermele… con moderazione 😉
      Però devo dire che sono fantastiche.. un dolce poco dolce e di gran carattere! Io consiglio l’accompagnamento con una pallina di gelato alla crema o alla vaniglia, così, per ricordarsi che la primavera è alle porte .. forse …

      A presto,
      Giulia

  3. Oggi finalmente riesco a lasciarti un messaggio…adoro la frutta cotta e di queste pere ne mangerei più d’una tanto mi piacciono!
    Bacioni e bentornata

  4. Le pere al vino rosso mandano in bestia mio marito perché quando le trovo nei menù dei ristoranti mi ci tuffo a capofitto, lui le considera un non-dessert, per me invece sono una delizia! Un baciotto

    1. Sarà che preparo o vedo talmente tanta frutta cotta nella settimana che non mi viene mai da prepararla a casa, però le pere al vino sono una felice eccezione. Deliziose!

      Un bacione,
      Giulia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook