• LA LISTA DELLA SPESA
  • cipolle di Tropea
  • uova
  • sale
  • pepe nero (opzionale)
  • olio extra-vergine di oliva

Ebbene sì, oggi è il mio compleanno, e con cosa potrei festeggiare qui sul blog? Con una torta, un bel dolce al cucchiaio, magari un gelato?

Naaaa, io l’ho sempre detto di avere il palato da salato… meglio quindi qualcosa di rustico, genuino, qualcosa che si possa tagliare, infilare in un bel panino e mangiare così, per strada o sul terrazzo, insieme ad un buon bicchiere di birra rossa per brindare.

E, visto che rustico e genuino si parla, cosa c’è di meglio di una bella frittata, fatta con uno dei prodotti di punta della regione che al momento mi ospita, la Calabria?

Così oggi ho deciso di festeggiare con una deliziosa frittata di cipolle di Tropea, gustosa e delicata insieme, e annaffiare il tutto con una bella birra ghiacciata. Giuro che poi aspetto prima di andare a fare il bagno, che vorrei almeno arrivare al prossimo, di compleanno! Che dite, troppo fantozziano come compleanno?

  Frittata di cipolle blog

Frittata di cipolle di Tropea

Di
Pubblicata:

  • Resa: 2 Persone servite
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Pronta In: 45 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Sbucciate le cipolle, quindi tagliatele a metà e poi a fette non troppo sottili.
  2. In una padella fate scaldare dell’olio extra-vergine di oliva, quindi aggiungete le cipolle, aggiustate di sale e fatele rosolare a fuoco dolce per circa 10 minuti, o finché saranno tenere. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
  3. In una terrina sbattete le uova con una forchetta, aggiungete le cipolle, se necessario aggiustate di sale e, se gradite, aggiungete una macinata di pepe nero e mescolate per bene.
  4. In una padella possibilmente antiaderente fate scaldare abbondante olio extra-vergine di oliva. Una volta caldo, versate il composto e fate in modo che sia distribuito in modo omogeneo nella padella.
  5. Coprite con un coperchio e cuocete a fuoco basso per circa 10 minuti.
  6. Togliete il coperchio, controllate se la parte superiore si sia compattata e, se sì, girate la frittata aiutandovi con il coperchio. La frittata dovrebbe avere un bel colore dorato o brunito, se preferite.
  7. Fate cuocere anche l’altro lato della frittata, quindi girate nuovamente la frittata, questa volta in un piatto coperto con della carta assorbente, in modo da eliminare l’olio in eccesso.
  8. La frittata può essere mangiata calda, a temperatura ambiente o anche fredda.

Frittata di cipolle finale blog

Ti è piaciuto questo post?