Live from Calabria – La voglia di dolce: gelato alla ricotta misto capra con miele, mandorle e fichi secchi

Il dolce non è arrivato per il mio post di compleanno, ma pensavate mica che vi lasciassi preda di un calo di zuccheri a lungo?

Non potrei certo farvi questo, e così, complice un amore a prima vista con il gelato alla ricotta di Margherita (aka La Petite Casserole), che non prevede la gelatiera, ve lo propongo con qualche piccola modifica e qualche aggiunta, naturalmente di prodotti made in Calabria. La ricotta diventa  quindi mista (vaccina e di capra, ovino che nella locride regna incontrastato), ed ho addolcito il suo sapore un po’ brusco, a tratti amarognolo, con l’aggiunta di vino greco passito di Gerace, per finire in bellezza con la guarnizione a base di miele di fiori d’arancio delle colline di Siderno, di mandorle e di fichi secchi, prodotto di punta di Ardore, paese che mi ospita, di gran lunga i migliori fichi secchi mangiati in vita mia.

L’insieme mi ha conquistato appieno, un gelato non troppo dolce, perfettamente in equilibrio con gli elementi aggiunti, che lo completano e non ne coprono il gusto,  diventano il dessert adatto per una calda sera d’estate.

Gelato blog

Gelato alla ricotta misto capra con miele, mandorle e fichi secchi

Di Pubblicata:

  • Resa: 1 chilo di gelato
  • Preparazione: 30 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. In una terrina mescolate vigorosamente (o montate con le fruste) i tuorli con lo zucchero e il miele fino a quando saranno spumosi e leggermente densi.
  2. Setacciate la ricotta con un colino a maglie strette in modo da eliminare l’acqua.
  3. Mettete la ricotta in una terrina, aggiungete il vino greco passito (o altro vino dolce) e mescolate fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
  4. Aggiungete il composto di tuorli e zucchero, mescolate bene e trasferite in uno stampo foderato di carta da forno o di pellicola per alimenti. Coprite con la pellicola d’alluminio e mettete in freezer per almeno 5 ore.
  5. Tirate fuori il gelato dal freezer almeno 30 minuti prima di consumarlo (poiché ghiaccia abbastanza) e, al momento di servirlo, dopo averlo distribuito in coppette o in cialde a coppetta, guarnite con un filo di miele, delle mandorle a non pelate e tritate grossolanamente e dei fichi secchi tagliati al coltello.

Gelato finale blog

13 pensieri su “Live from Calabria – La voglia di dolce: gelato alla ricotta misto capra con miele, mandorle e fichi secchi

  1. Da svenimento. Devo farlo per mio padre, hai fatto un concentrato di tutto ciò che più ama. Penso che potrebbe uccidere per assaggiarne un po’ … e io miseramente mi accontenterò di farlo ed annusarlo 🙁
    Buona settimana e a te soprattutto buon mare!

  2. Che delizia! La ricotta, il miele, il passito, i fichi…tutto il meglio della terra che ti ospita racchiuso in un gelato che si divora anche con gli occhi.

    Giulia

  3. già avevo adorato il suo, ma tu mi metti pure i fichi secchi… volete farmi impazzire voi due io lo so! 🙂
    settimana scorsa ho fatto anche io un gelatino di ricotta, ma questo mi piace 1000 volte più del mio! 😀 facciamo cambio?

    1. Eheh, li ho visti i tuoi gelatini di ricotta, e devo dire che mi sono piaciuti un sacco, specialmente quelli ricoperti di cioccolato fondente 😉
      Un bacione

  4. Sono stata tutto il giorno fuori casa oggi, e dal telefono non riuscivo a commentare! Volevo dire “chapeau” per i dettagli che hai aggiunto alla mia, forse troppo frettolosa, versione. Domani riparto e sto una settimana in Italia, quasi quasi ci riprovo!
    Bravissima Giulia, sono contenta che tu lo abbia scelto come versione dolce del tuo compleanno!

    1. Sapevo che questo gelato non mi avrebbe deluso, e infatti non solo non lo ha fatto, ma mi ha decisamente conquistato! E ammetto che miele, fichi secchi e mandorle lo ha reso davvero un dolce perfetto!

      Grazie ancora per la ricetta 🙂

      Giulia

  5. Si è cancellato il primo commento… Ti avevo scritto che questo gelato mi ha incantato da Margherita ed ora che vedo la tua versione arricchita mi ha convinta a farlo presto, prestissimo!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook