• LA LISTA DELLA SPESA
  • cavatelli
  • cipolla
  • sedano
  • carota
  • salsiccia
  • vino bianco
  • funghi porcini secchi
  • Parmigiano Reggiano

Mi ero appena abituata all’idea dell’autunno, alle foglie gialle, rosse e marroni che cadono dagli alberi, alla prima sciarpina, a tirar fuori collant e stivali e … taaaaac, torna il bel tempo.

Via la canottiera che aveva fatto la sua timida comparsa, via il pigiamone-one-one (naaa, quello no, che casa mia è fredda e poi mi ammalo), via giubbotto di pelle appena inaugurato e torno a godermi un po’ di sole e di “caldo”.

Però ormai mi ero talmente affezionata all’idea di un ragù autunnale, bianco, di sola salsiccia, con qualche fungo secco a dare gusto e profumo, che non ho proprio saputo resistere e così, bello o brutto il tempo, me lo sono preparato (e pappato).

Spero che piaccia anche a voi, e che possa essere una buona idea per un piatto non troppo elaborato e gustoso da proporre nel fine settimana.

Cavatelli ragout blog

Cavatelli al ragù bianco di salsiccia e funghi

Di
Pubblicata:

  • Resa: 4 Persone servite
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 1 ora 20 minuti
  • Pronta In: 1 ora 30 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. In una padella o un tegame dai bordi bassi fate scaldare un po’ di olio EVO, quindi fate soffriggere carota, cipolla e sedano tritati fino a doratura.
  2. Aggiungete la salsiccia tolta dal budello e sbriciolata con le mani, quindi fate rosolare, mescolando frequentemente e spezzettando ulteriormente la salsiccia con il cucchiaio di legno.
  3. Salate, pepate e aggiungete il rosmarino, quindi, una volta evaporata l’acqua formatasi dalla carne, sfumate con il vino bianco.
  4. Continuate la cottura per altri 10 minuti, quindi aggiungete i funghi, precedentemente ammollati nell’acqua, strizzati e tritati grossolanamente, tenendo da parte l’acqua dei funghi.
    Togliete il rametto di rosmarino.
  5. Continuate la cottura per altri 30-40 minuti, aggiungendo se necessario qualche cucchiaio di acqua dei funghi. Spegnete quando la salsiccia è ben cotta e il sugo ben legato.
  6. Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e scolatela ancora al dente.
    Conditela con abbondante ragù e con una generosa spolverata di Parmigiano Reggiano grattugiato.

Cavatelli ragout finale blog

Ti è piaciuto questo post?