• LA LISTA DELLA SPESA
  • castagne
  • uova
  • farina 0
  • semola rimacinata di grano duro
  • salsiccia
  • cavolo verza
  • latte
  • farina 00
  • burro
  • noce moscata
  • Raschera
  • Parmigiano Reggiano

Questo mese l’MTC ha sfoderato una sfida davvero all’ultimo sangue, su un piatto che più tradizionale non si può, le lasagne! Sabrina ha scelto di proporre proprio lei, la Lasagna, perché è il piatto più rappresentativo della tradizione bolognese, un piatto ricco, sontuoso,una pietanza da festa.

D’altronde, chi è estraneo alla sensazione di festa che si prova quando sulla tavola si trova una bella teglia di lasagne fumanti?

Così ho deciso che avrei preparato le lasagne per il compleanno di mia mamma.. sì, in casa mia non è la mamma che prepara le lasagne a mano per i figli, ma il contrario, e a me piace così.

E così, con il proposito della festa, ho cercato di rendere quelle lasagne il più possibile vicine ai gusti di mia mamma e della mia famiglia, e così nessun sugo (che in casa mia è frequente quanto un unicorno), ho optato per delle lasagne bianche, ricche di besciamella. Per il resto del condimento, un po’ ho pensato all’autunno ormai decisamente arrivato, e un po’ ho pensato al mio Piemonte (e quando mai?!), e ad un piatto che in casa mia piace moltissimo, il caponet.

I caponet sono involtini nati per riutilizzare le carni cotte avanzate, quelle di bolliti ed arrosti che, unite al salame cotto, ad aromi, uova e Parmigiano, si avvolgono in foglie di cavolo verza precedentemente sbollentate (ma ho letto di versioni langarole in cui il “contenitore” è un fiore di zucca) e poi si cuociono in padella o si dorano al forno.

Anni fa, però, mia mamma si imbattè in una rivisitazione del caponet fatta da Chef Kumalé, che utilizzava un ripieno di salsiccia e castagne: quella ricetta è persa nella leggenda, ma sta di fatto che ormai in casa mia da anni le foglie di verza si mangiano ripiene di salsiccia e castagne, e gli involtini vengono poi cotti al forno con una sontuosa copertura di Raschera, parmigiano e burro. Una cosina leggera, insomma.

Da tutto ciò hanno preso le mosse le mie lasagne, in bianco, con tanta besciamella, salsiccia croccante, verza sbollentata e ripassata in padella, Raschera, Parmigiano Reggiano e castagne sbriciolate, il mio personale inno all’autunno, e la mia cena di festa per un compleanno importante.. perché la mamma è sempre la mamma!

 Lasagne crudo collage blog

Lasagne bianche con verza, salsiccia, castagne e Raschera

Di
Pubblicata:

  • Resa: 6 Persone servite
  • Preparazione: 2 ore 0 minuto
  • Cottura: 30 minuti
  • Pronta In: 2 ore 30 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Il giorno prima, mettete le castagne in una pentola a pressione, coprite d’acqua, aggiungete una manciata di sale grosso e due foglie di alloro, quindi chiudete il coperchio e portate a bollore a fuoco vivo. Quando fischia, abbassate il fuoco e cuocete per 30 minuti, quindi spegnete e lasciate raffreddare.
    Una volta fredde (consiglio il giorno dopo) sbucciate le castagne e sbriciolatele grossolanamente con le mani. Tenete da parte.
  2. Il giorno dopo cominciate con il preparare la salsiccia: in un tegame a fondo spesso, mettete a soffriggere la salsiccia, tolta dal suo budello e sbriciolata con le mani. Aggiustate di sale e pepe e portate a cottura. Tenete da parte in una terrina e non lavate il tegame.
  3. Fate bollire una pentola di acqua salata, quindi sbollentate per qualche minuto le foglie di verza, finché morbide.
    Scolatele, passatele sotto l’acqua fredda, quindi tagliatele a striscioline, eliminando la venatura centrale più coriacea.
    Fate saltare per qualche minuto nel tegame dove avevate precedentemente cotto la salsiccia. Tenete da parte.
  4. Preparate la pasta all’uovo: sul piano preparate una fontana con le due farine, quindi mettete al centro le uova, e incorporando via via la farina.
    Lavorate molto bene ed energicamente l’impasto fino a quando non diventa liscio.
    Fatelo riposare coperto con una ciotola per una mezz’ora.
    Riprendere l’impasto e stenderlo sottile con il matterello.
    Impugnare il matterello tenendo le mani vicine e facendo pressione con il pollice e il palmo appena sotto. Partire dal cento e ruotare spesso la sfoglia. Man mano che cresce la ruoto arrotolandola sul matterello. I fianchi devo ondeggiare. Per farla tonda, far scorrere le mani su e giù per il matterello.
    Una volta stesa, lasciate la sfoglia ad asciugare mentre preparate la besciamella.
  5. Scaldate il latte in una pentola; in un tegame, sciogliete il burro, quindi incorporate la farina e rimestate con un cucchiaio di legno, facendo tostare la farina.
    Aggiungete via via il latte, mescolando continuamente con una frusta, in modo che non si creino grumi. Salate e aggiungete una generosa grattugiata di noce moscata.
    Cuocete fino ad ottenere una besciamella della giusta densità, in questo caso abbastanza morbida, visto che le nostre lasagne non avranno sugo.
  6. Mettete a bollire abbondante acqua salata.
    Tagliate la sfoglia in grandi rettangoli; buttatene un paio per volta nell’acqua bollente e quando riprende il bollore, scolateli con l’aiuto di una schiumarola, raffreddateli sotto l’acqua corrente e metteteli a scolare bene stesi nello scolapasta.
    Continuate in questo modo fino a cuocere tutti i rettangoli.
  7. Versate sul fondo della lasagnera un mestolo di besciamella, quindi disporre le sfoglie, poi uno strato generoso di besciamella, poi aggiungete la verza a striscioline, un paio di manciate di salsiccia croccante, castagne sbriciolate, Raschera a cubetti e una generosa spolverata di Parmigiano.
    Proseguite fino ad esaurimento degli ingredienti (a me sono venuti tre strati).
  8. Cuocete in forno pre-riscaldato a 180°C per 20-30 minuti (direi 20 se preparate le lasagne e le cuocete subito, 30 se le preparate in anticipo e passate dal frigorifero al forno; comunque, testate se sono ben calde facendo la prova stecchino e valutando il calore dell’interno appoggiando lo stecchino sulle labbra).
    Spegnete il forno e lasciate riposare qualche minuto prima di servire.

LASAGNE CAPONET -> DOWNLOAD THE ENGLISH RECIPE (PDF) BY CLICKING HERE

Lasagne finale blog

Con questa ricetta partecipo all’MTC n. 42

banner1

Ti è piaciuto questo post?