Cuanta pasion – Pasta con crema di broccoli e ricotta

Voi come siete messi a passione?

No, non sto parlando dei vostri passatempi orizzontali (o verticali, o obliqui, per quel che ne so), cari i miei malpensanti, parlo di quelle passioni che vi fanno affaticare la vista davanti alle pagine di un libro, consumare cd su cd, fare le ore piccole davanti ad un film anche se il giorno dopo vi tocca alzarvi presto.

Ecco, io di passioni ne ho molte: amo leggere, la (buona -e spesso vecchia) musica, adoro guardare film e serie tv e mi piace il teatro.

Ma il tempo è poco e le passioni troppe, quindi per me si ha un’unica conseguenza: l’alternanza. Posso rimanere a secco di libri per sei mesi, e poi in 6 giorni leggere il corrispettivo di un paio di Enciclopedie, magari non guardo un film per settimane, e poi 15 film uno dietro l’altro. Funziono proprio così, mi concentro sulla lettura, poi la abbandono per il cinema, poi mi prende la voglia di sentire musica, poi mi sento in colpa perché non leggo da un po’ e si ricomincia daccapo, il tutto in ordine assolutamente casuale.

Così per dire, erano un paio di mesi che non guardavo chissà che, giusto una serie ogni tanto e qualche programma trash in tv (che so, “Il boss delle cerimonie”) e poi nelle ultime settimane… boom! Mi sono sentita buona di cuore se messa a confronto col cinismo della serie “Fargo”, ho ripreso daccapo “The Big Bang Theory” chiedendomi come avessi fatto a perderla per strada, mi sto rimettendo in pari con “Bones”, che è un piacevole passatempo che mi ricorda l’amore per i gialli.

E questo solo per quanto riguarda le serie tv.. “L’amore bugiardo” mi ha fatto domandare come fosse possibile rovinare un film cominciato così bene, “Padre Vostro” mi ha fatto sorridere e sognare di Croazia, mi sono gustata l’ultimo tenero James Gandolfini in “Non dico altro“, sono rimasta di sasso davanti al Matthew McConaughey quasi anoressico di “Dallas Buyers Club“, mi è spiaciuto vedere che con “La spia” quel grandissimo attore di Philip Seymour Hoffman abbia chiuso con un flop la sua brillante carriera, ho riso con le trovate alla “Little Miss Sunshine” di “St. Vincent“, mi sono commossa con la storia vera “Le due vie del destino” e ho sofferto, cullata dalle note bluegrass, con il bellissimo “Alabama Monroe“, pensando alla caducità della vita di chi amiamo, che ha il potere dirompente di cambiare ogni cosa, terrorizzandoci ancor più della nostra stessa mortalità.

C’è solo una passione a cui non riesco assolutamente a sottrarmi, che non conosce alternanza o, peggio ancora, blocchi, ed è quella che probabilmente vi porta a leggermi, la cucina. E non perché cibarsi sia una necessità oggettiva, ma perché mi rendo conto sempre più che cucinare e parlare di cibo sia per me diventato importante quanto nutrirmi.

Ma, siccome dobbiamo pur mangiare, passione o no, vi propongo un’ottima pasta con crema di broccoli e ricotta, un piatto dal condimento sano e ricco di verdura, con giusto qualche cucchiaio di ricotta per rendere la crema più morbida. Un primo piatto semplice e gustoso, che ha risolto felicemente ben più di una cena a casa mia.

Pasta con pesto di broccoli finale blog

Pasta con pesto di broccoli

Di Pubblicata:

  • Resa: 2 Persone servite
  • Preparazione: 20 minuti
  • Cottura: 10 minuti
  • Pronta In: 30 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Per prima cosa lavate e mondate i broccoli, riducendoli in cimette. Portate a bollore una pentola di acqua leggermente salata e cuocete i broccoli finché teneri.
  2. Nel frattempo in una padella scaldate dell'olio extra-vergine di oliva, quindi fatevi rosolare l'aglio e i filetti di acciuga, mescolando in modo che questi ultimi si sciolgano.
  3. Quando i broccoli sono cotti, toglieteli dall'acqua aiutandovi con una schiumarola e gettateli nella padella con olio, aglio e acciuga. Tenete in caldo l'acqua di cottura dei broccoli.
  4. Fate saltare i broccoli in padella e lasciateli insaporire, quindi aggiustate di sale e aggiungete, se gradite, il peperoncino. Togliete lo spicchio d'aglio, quindi frullate i broccoli fino ad ottenere un pesto, quindi aggiungete la ricotta.
  5. Fate bollire l'acqua in cui avete cotto i broccoli, quindi buttate la pasta e portatela a cottura. Quando la pasta è ancora al dente, prelevate 2-3 cucchiai di acqua di cottura e uniteli al pesto, quindi scolate la pasta e conditela con il sugo. Servite immediatamente.

Pasta con pesto di broccoli blog

3 pensieri su “Cuanta pasion – Pasta con crema di broccoli e ricotta

  1. Come ti capisco! Il tempo è troppo poco per tutte le passioni. Forse quella che ho tralasciato di più ultimamente è proprio quella per la tv, che ho praticamente abbandonato 🙂
    Per il resto cerco di leggere appena posso, mi dedico alla fotografia e ovviamente alla cucina, prima di tutte le altre.
    Molto interessante questa ricetta con questa crema morbida che avvolge la pasta.

    Fabio

  2. La lettura ed è quella a cui dedico più tempo: in metro, in sala d’attesa dal dentista, in coda alla asl… anche perché mi vedrei male a spadellare in quelle circostanze 🙂 Invece non sono un’appassionata di film, e qualcuno in casa non apprezza… E poi l’altra mia grande passione è la montagna, anche perché di solito riesco a condividerla con chi ho di più caro, mi riferisco non solo agli umani, ma anche ad un paio di quadrupedi…
    Mi piace questa pasta: di solito la preparo molto simile senza ricotta, nella convinzione che con le acciughe non si sposi a meraviglia. Evidentemente è da provare 🙂

  3. ehehe bisogna sapersi dare la misura giusta per destreggiarsi tra le molte passioni. Per fortuna io, di veramente grande, ho solo quella della cucina! 😀 meno problemi di “selezione” diciamo e più prblemi di linea 😀 oh mamma mia!!!
    La tua ricetta ovviamente mi appassiona 🙂 è pasta, è verdura e soprattutto è ricotta!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook