“Dottore, ho una dipendenza da yogurt” – Panna cotta allo yogurt

In questo periodo vivrei di yogurt.

E non solo perché non non ha bisogno di cottura, è che mi piace proprio.. talmente tanto che l’ho messo pure nella pasta!

Ma diciamo che ultimamente, pasta a parte, spesso sostituisco il pasto della sera con una bella tazza di yogurt, muesli, frutta fresca, magari con un pezzetto di cioccolato fondente. È un pasto leggero e fresco, ed è tutto ciò di cui mi viene voglia a cena, ecco.

Poi, fatto non trascurabile, lo yogurt di cui parlo è fatto in casa con la fedelissima yogurtiera, quindi posso garantire.. è buonissimo!

Ma quando si hanno ospiti a cena pare brutto fare uno yogurt party, e così l’amatissimo yogurt è finito nel dessert. Ho provato per la prima volta a fare la panna cotta allo yogurt, dove cioè quest’ultimo sostituisce per metà la panna, e mi ha conquistata: la panna cotta rimane vellutata e cremosa, ma è più leggera e con un gusto appena appena acidulo, perfetto per essere accompagnato dal sapore dolce di una confettura o della frutta caramellata. O, perché no, anche entrambe (per non farsi mancare nulla).

Panna cotta allo yogurt

Di Pubblicata:

  • Resa: 8 Persone servite
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 15 minuti
  • Pronta In: 5 ore 25 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Mettete a mollo la colla di pesce in acqua fredda per 10 minuti.
  2. Nel mentre, mettete in un pentolino lo yogurt, la panna e lo zucchero, cuocete a fuoco basso mescolando spesso fino a che lo zucchero non sarà sciolto.
  3. Strizzate la colla di pesce e mettetela nel composto di yogurt e panna; mescolate bene.
  4. Dividete il composto in 8 stampini monoporzioni (se non sono usa e getta, inumiditeli prima con dell'acqua, che aiuterà poi a sformare le panne cotte) passandolo attraverso un colino a maglie strette, affinché il vostro dolce sia perfettamente liscio.
  5. Lasciate intiepidire a temperatura ambiente e poi ponete in frigo a rassodare per almeno 3 ore.
  6. Preparate intanto l'albicocca caramellata. Lavate l'albicocca e tagliatela in piccole fettine. In un padellino mettete a caramellare lo zucchero di canna con qualche goccia di acqua e qualche goccia di limone. NON MESCOLATE, muovete solo il padellino di tanto in tanto, fino a quando avrete un caramello chiaro. A questo punto, unite le fettine di albicocca e, sempre muovendo il pentolino, fate in modo che si ricoprano di caramello, che dovrà scurire appena. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare.
  7. Al momento di servire, sformate ogni panna cotta in un piattino, e guarnite con un mezzo cucchiaino di confettura di albicocche e con una fettina di albicocca caramellata.

DOWNLOAD THE ENGLISH RECIPE (PDF) BY CLICKING HERE

Panna cotta allo yogurt

6 pensieri su ““Dottore, ho una dipendenza da yogurt” – Panna cotta allo yogurt

  1. La tua cena è la mia colazione!!Anche il mio è yogurt fatto in casa, ma ancora più artigianale..senza yogurtiera. Sto riscoprendo i dolci al cucchiaio che ho sempre fatto poco rispetto agli altri, questo sarà sicuramente uno di quelli da provare!buon fine settimana, Chiara

    1. A me i dolci al cucchiaio piacciono da sempre, anche perché credo che spesso sappiano essere meno impegnativi di una torta dopo una cena più impegnativa. Fra tutti la panna cotta ha un posto speciale nel mio cuore, da buona piemontese, ma devo dire che questa alleggerita e resa un po’ più acidula dallo yogurt mi ha proprio conquistato, anche perché si sposa benissimo con la frutta dolce dell’estate!

    1. Ormai lo yogurt in estate è il mio migliore amico.. non ci rinuncio più! E oggi mi metto all’opera per fare qualcosa con cui arricchirlo!

  2. Carissima io come te la sera ceno con poco, a volte yogurt anche per me altre anche solo frutta… certo che per questo dolcetto fresco fare un’eccezione… ingolosisce solo a guardarlo… semplice, buono e veloce 🙂 un bacione carissima :**

    1. Ormai velocità e freschezza sono due caratteristiche irrinunciabili dei piatti estivi… però vale la pena accendere il fornello 5 minuti se poi si può gustare questo dolcino fresco! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook