• LA LISTA DELLA SPESA
  • mele
  • zucchero
  • limone
  • burro
  • uova
  • farina senza glutine (per me farina di riso e maizena)
  • lievito chimico per dolci
  • latte
  • rum
  • zucchero a velo (opzionale)

Tra i miei innumerevoli difetti (sono permalosa, disordinata, ho la coda di paglia, sono irosa.. se volete posso continuare; quanto tempo avete a disposizione?!) non si annovera certamente la staticità. Mai ferma, sono più le esperienze fatte in questi pochi (sono pochi, guai a chi osi contraddirmi) anni di vita che i capelli che ho in testa.

Non ce la faccio proprio a stare immobile: che sia un cambio di direzione lavorativa o “solamente” fare mille cose tutte insieme, devo cercare sempre nuovi stimoli, anche a costo di esagerare, e finire per avere più giorni occupati rispetto a quelli che fisicamente sono sul calendario.

Così, per esempio, dopo un diploma al classico, una laurea in storia dell’arte, un blog in fermento e un lavoro che nulla ha a che fare con ciò che vi ho appena detto, quest’anno ho deciso di intraprendere quella che spero rappresenti una svolta epocale: un master in marketing e comunicazione.
E questo che c’azzecca?“, vi chiederete voi. Ci azzecca eccome, visto che la passione per la comunicazione l’ho scoperta proprio scrivendo qui sopra, a tutti voi che avete la pazienza di leggermi.
Alterkitchen è decisamente stato uno dei maggiori stimoli a cercare di migliorarmi continuamente e costantemente: nella ricerca di fonti e ricette, nella scrittura, in cucina, nella fotografia, nella gestione pratica del sito e dei social media (aspetto che amo e su cui spero di concentrarmi sempre di più).

Ed è proprio al master che ho trovato un nuovo stimolo quando, volendo portare una torta a lezione (per i compagni, eh, mica per fare la secchiona che porta la mela alla maestra) e avendo una compagna celiaca, ho colto la palla al balzo, sperimentando finalmente un po’ di bei dolci naturalmente senza glutine che, fatti in casa, sono buoni tanto quanto quelli a cui siamo abituati. E quando si parla di dolci senza glutine per me c’è una sola guru: Gaia, aka La Gaia celiaca (che mica per caso ha scritto Il dolce gluten free. Pasticceria senza glutine fatta in casa), da cui ho tratto la ricetta di questo blitz di mele senza glutine. Risultato? Non solo sfido a riconoscere che sia un dolce senza glutine, ma il giudizio in casa mia è stato “è pure più buona di quella che fai di solito”. Tiè, alla faccia mia!

Provare per credere.. e poi riprovare, perché finisce subito (e non solo quando si è in 16 a mangiarla).

Blitz di mele GF

Blitz di mele senza glutine

Di
Pubblicata:

  • Resa: 1 torta di 24 cm di diametro (8 Persone servite)
  • Preparazione: 15 minuti
  • Cottura: 35 minuti
  • Pronta In: 1 ora 20 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Tagliate le mele a fettine sottili, spolverizzatele di zucchero, bagnatele con il succo di limone e lasciatele a macerare per mezz’ora circa.
  2. Montate a crema il burro con lo zucchero e, sempre sbattendo, unite i tuorli delle uova, il succo e la scorza del limone.
  3. Aggiungete la farina e il lievito setacciati, il latte e il rum.
  4. Pre-riscaldate il forno a 180°C.
  5. Montate a neve gli albumi ed uniteli all’impasto, con movimenti dal basso verso l’alto.
  6. Versate il composto in una tortiera precedentemente imburrata e infarinata con farina di riso, disponete le mele in superficie e premetele in modo da farle affondare leggermente nell’impasto.
  7. Cuocete in forno già caldo per circa 35-40 minuti (o finché uno stecchino inserito nel centro della torta non uscirà asciutto).

DOWNLOAD THE ENGLISH RECIPE BY CLICKING HERE

Blitz di mele GF finale

Ti è piaciuto questo post?