Torta a Surriento – Il cheesecake della Costiera

Solitamente  quando partecipo all’MTC, tendo a mettere in ogni ricetta qualcosa del mio Piemonte, semplicemente perché così riesco a raccontare qualcosa di me.

Questa volta, però, è diverso

Nella sfida dedicata al cheesecake lanciata da Fabio ed Annalù di Assaggi di Viaggio ho deciso di non parlare di me attraverso una ricetta, ma di parlare di loro. E, viste le magie di cui Annalù è capace in pasticceria (non che sul salato ci siano mancanze, eh!), il mio cheesecake non poteva che essere un dolce.

Doveva essere un dolce in grado di parlare di loro due e volevo che avesse il profumo di Napoli. La mia idea, nata su un pezzo di carta sognando di tornare proprio in quella Napoli che ho visto ormai tanti (troppi) anni fa, è stata quella di usare come elemento essenziale il limone. Ecco quindi l’utilizzo del limoncello preparato da me questo inverno (sognando però la crema di limoncello di Annalù – inserire qui pausa sospiro) e delle scorze di limone candite preparate per l’occasione. Non so nel resto d’Italia, ma io a Torino non le ho mai viste in commercio, quindi ho deciso di farle da me: si impiegano 5 giorni (e richiedono un impegno minimo), ma sarete ampiamente ripagati dell’attesa, perché sono una cosa talmente buona che a parole non si spiega. Certo, requisito essenziale è avere dei bei limoni biologici, ma io avevo giusto quelli del nuovissimo albero comprato dai miei, che al massimo può essere stato annaffiato da una pisciatina del vetusto cane di famiglia!

Non mi bastava solo un limone, però… così ho deciso di unire in matrimonio due dolci che nel mio immaginario rappresentano appieno la Campania: la delizia al limone e la caprese bianca di Sal De Riso. Così, mentre le mandorle della caprese sono finite nella base del cheesecake, il suo cioccolato bianco e le scorzette di limone sono andate nella farcia, a sposarsi con il limoncello che solitamente bagna la delizia al limone. L’unica concessione al mio Piemonte è stato inserire la ricotta di capra invece di quella di pecora, che solitamente va per la maggiore nei dolci del Sud Italia.

Il matrimonio di questi elementi è risultato perfetto: un cheesecake bilanciato nei sapori (confermo che anche l’amore fra mandorla e limone continua), non troppo dolce e dove il limone riesce a sgrassare perfettamente la bocca dal formaggio. Insomma, proprio un bel matrimonio.. come quello di Fabio e Annalù!

Un’ultima nota: grazie ai trucchi insegnati da Annalù sulla cottura del cheesecake a bagno maria ho ottenuto una consistenza cremosa perfetta, avvolgente, che pare quella di una mousse. Se non avete mai provato.. utilizzate questa cottura al prossimo cheesecake, perché è meravigliosa.

Last but not least.. non poteva mancare un piccolo regalo per Sua Maestà dello Humor: Fabio, TorTa a Surriento è tutto per te (con tanto di colonna sonora).

Cheesecake della Costiera collage

Cheesecake della Costiera

Di Pubblicata:

  • Resa: 3 cheesecake da 11 cm (6 Persone servite)
  • Preparazione: 30 minuti
  • Cottura: 40 minuti
  • Pronta In: 1 ora 10 minuti

Ingredienti

Istruzioni

  1. Come prima cosa preparate le scorze di limone candite, operazione che richiede 5 giorni. Lavate i limoni (per ottenere 100 grammi di scorze bastano 2 limoni) e tagliate la buccia, tenendo anche la parte bianca; ricavate quindi le scorzette e mettetele a bagno in acqua fredda per 24 ore.
  2. Il giorno dopo mettete le scorze ben sgocciolate in un pentolino insieme a 80 grammi di zucchero e 50 grammi di acqua. Portate a bollore, quindi spegnete il fuoco, coprite e lasciate raffreddare. Lo stesso procedimento va ripetuto per 3 volte al giorno per 4 giorni. È importante lasciare sempre raffreddare prima di ripetere il processo.
  3. Alla fine, togliete le scorzette dallo sciroppo (ormai ben rappreso) e lasciate asciugare per qualche ora, per questo utilizzo.
  4. Imburrate e coprite di carta forno il fondo e i lati di tre teglie a cerniera di 11 cm (o di una da 20cm). Sbriciolate finemente i biscotti, quindi aggiungete il burro fuso e mescolate. Ricoprite con il composto il fondo e i bordi delle teglie, quindi ponete in frigo mentre preparate il ripieno.
  5. Separate i tuorli dagli albumi, e montate a neve questi ultimi. Sciogliete a bagno maria o nel microonde il cioccolato bianco.
  6. Frullate nel mixer la ricotta con il cream cheese e lo zucchero, quindi aggiungete un tuorlo alla volta, continuando a frullare. Aggiungete quindi il limoncello e il cioccolato bianco, dando un'ultima frullata.
  7. Pre-riscaldate il forno a 150°C.
  8. Tritate finemente al coltello le scorze di limone candite, quindi aggiungetele alla crema e mescolate. Aggiungete anche la scorza di limone grattugiata.
  9. Aggiungete quindi gli albumi montati a neve e mescolate dal basso verso l'alto per incorporarli. La farcia è pronta.
  10. Dividete il composto nelle tortiere, arrivando poco più in basso del bordo (a livello del guscio di biscotto).
  11. Se volete cuocere a bagno-maria, rivestite esternamente le teglie con un doppio strato di alluminio, quindi disponete le teglie all'interno di una teglia più grande. Riempite di acqua calda fino ad arrivare a metà altezza delle teglie delle vostre cheesecake. Altrimenti, omettete il passaggio e operate una cottura diretta (che è però più aggressiva).
  12. Infornate in forno già caldo per circa 40-45 minuti. La cheesecake è pronta quando raggiunge la temperatura di 65°C al cuore, oppure quando il centro risulta ancora tremolante.
  13. Lasciatele un'ora nel forno socchiuso (così la superficie non si abbasserà troppo), quindi sfornatele e toglietele dal bagno maria, eliminando l'alluminio.
  14. Mettete quindi in frigorifero per almeno 3 ore, ma meglio una notte. Tirate fuori dal frigo una ventina di minuti prima del servizio, sformate sul piatto da portata, quindi decorate con le scorzette intere avanzate e servite.

DOWNLOAD THE ENGLISH RECIPE (PDF) BY CLICKING HERECheesecake della Costiera finale

Con questa ricetta partecipo all’MTC n. 57

bannersfida

14 pensieri su “Torta a Surriento – Il cheesecake della Costiera

  1. Che top che sei!
    Te l’avrei detto anche solo per la pazienza a candire la scorza di limone!!
    E poi la botta finale col limoncello e il cioccolato…te credo che il pittore a momenti ti sviene :)))
    Me lo devo ricordare questo cheesecake!

  2. Questo me lo segno subito tra quelli da rifare, che solo a vederlo inizi a salivare peggio dei cani di Pavlov al suono del campanello.
    Poi leggi la ricetta e te ne innamori!
    E te lo dice anche la romana de Roma, te credo che er pittore s’è commosso, aò!

  3. ahahah torta a Surriento è proprio il titolo di questo dolce che narra di quella zone, dei suoi profumi e dei suoi limoni. Hai unito due dolci delle nostre parti facendoci un omaggio graditissimo (anche se sai che apprezzo sempre anche le tue ricette piemontesi, mica son scemo! :-D) .
    Mi piace l’uso della ricoota di capra che lo rende ancora più saporito ed originale, facendo da testimone a quell’amore nato tra le mandorle ed il limone. E poi il lavoro per la canditura, quei processi lunghi della cucina che al giorno d’oggi si apprezzano sempre di più. Rinnovando l’invito a venire a trovarci quando vuoi, ti ringrazio!

    Fabio

  4. Effettivamente viene proprio una voglia matta di addentare quella fetta. Sarà stato per questo che Fabio e Annalù hanno inserito la regola di fotografare una porzione???? Mi piace tantissimo il tuo cheesecake! .-)))

  5. Mi piace moltissimo questo abbinamento e mi hai anche fatto venire una voglia incredibile di delizia al limone, che non ho mai fatto. Più di crema di limoncello. Per lasciar stare la caprese… Via, vado a fare merenda! 🙂
    Bella proposta davvero, golosa ed equilibrata…finché non avrò fatto la versione cotta non avrò pace!

  6. Che figata strafigata! Deve aver sprigionato un sacco di profumi…adoro il limone! Adoro il tuo modo di condividere la tua bravura. Giulia sei splendida!

  7. Giulia cara, io devo ancora riprendermi dallo shock per il disastro che ho combinato con la mia seconda proposta… non è che ti avanzerebbe una fettina di questo capolavoro??? 😉

    [WORDPRESS HASHCASH] The poster sent us ‘0 which is not a hashcash value.

  8. Hai preparato un dolce meraviglioso nell’aspetto e sicuramente anche nel sapore. Non ho mai fatto le scorze di limone candite…è proprio vero, MTC è una scuola…anche per il terzo giudice 😉
    Tornando al tuo cheesecake, amo l’abbinamento limone-mandorle, con il cioccolato bianco e la ricotta di capra diventa tutto un sogno in cui tu ci hai condotti.
    Grazie mille Giulia per il tuo cheesecake 😉
    Vienici a trovare…scorreranno fiumi di crema di limoncello! 🙂
    Baci
    Anna Luisa

  9. Finalmente sono riuscita a commentare. Trovo che tu abbia avuto una grande idea, davvero. Chi non ama tutti i sapori che sei riuscita a mettere in questa cheesecake che ha un sapore tutto italiano e soprattutto mediterraneo. Mi piacerebbe molto assaggiarne una fettina (leggi -ona).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook