Ebbene sì, quest’anno non vi auguro pace, gioia e serenità.

O meglio, quelle sono cose “scontate”, che vi augurerei in ogni altro periodo dell’anno.

Questo Natale, in questa fine d’anno particolare, io vi auguro di riuscire a non essere più numeri, come ormai spesso capita: nel lavoro, in quel che conta per voi, nella vita in generale.

Io per troppo tempo mi sono sentita un numero nella mia vita lavorativa, a cui avevo deciso di dare una svolta lo scorso anno. E ora, un anno dopo, posso dire di esserci riuscita: saluto l’anno che se ne va con un “sei stato tosto, ma io di più” (questa è la versione “politically correct”, per quella fuori dai denti vi rimando alla fascia non protetta, e magari dopo un paio di bicchieri) e mi godo questo Natale sapendo di aver lasciato senza alcun rimpianto un lavoro che non sentivo più mio alle dipendenze di un’azienda grande (che, per citare un mitico spot del passato, non è “una grande azienda”) in cui mi sentivo solo un piccolo, insignificante ingranaggio, per diventare un ingranaggio più grande in una realtà più piccola, dove c’è un posto cucito su misura per me.

Saluto il 2016 a denti stretti, perché ci ha provato fino all’ultimo a piegarmi, persino con un’influenza intestinale.. ma non ci sto! E, a malapena rimessa in piedi, guardo a domani, impasto chili di pizza da friggere e compilo liste della spesa piene di panna, cioccolato e burro.. perché la speranza parte dalle piccole cose.

Di sicuro guardo al 2017 con un sorriso un po’ più largo, con un po’ di speranza in più e qualche chilo in meno … sui fianchi (grazie alla suddetta “amica” influenza last minute) e sul cuore.

Avrei voluto salutare quest’anno e voi che mi leggete sempre con tanto affetto con una ricetta dolce, qualcosa con cui coccolarsi nelle feste, ma i miei piani sono andati a rotoli.

Ma prendo in prestito un pizzico di quello spirito natalizio di cui spesso ci dimentichiamo, quello che si nutre di condivisione, e condivido con voi le ricette natalizie postate da alcuni miei amici di blog in questi ultimi giorni che mi hanno fatto sognare e sbavare!

Buone feste a tutti

…e ci sentiamo a gennaio (questa volta con una ricetta, lo giuro)!

Ti è piaciuto questo post?