• LA LISTA DELLA SPESA:
  • fave
  • pecorino romano
  • menta
  • olio extra-vergine
  • pepe nero

“Come il cacio sui maccheroni”

“Al contadino non far sapere quanto è buono il formaggio con le pere”

…. e se aggiungiamo l’accoppiata fave/pecorino, si capisce bene che il cacio è un gran poligamo, visto che si sposa con tante mogli diverse, e che sta pure bene con ognuna di esse, sebbene in modo diverso.

Io, che sono una gran caciofila (non esiste un termine analogo, credo, ma suona meglio di formaggiofila, non credete?) amo tutti i formaggi di amore puro, li amo da soli e in compagnia, anche se ammetto che la coppia formaggio+pere ha sempre suscitato un particolare fascino su di me. Quel contrasto sapido-acido/dolce ha qualcosa che mi manda in sollucchero.

Questo perché qui in Piemonte è un abbinamento conosciuto, consolidato, che ben si sposa con i nostri formaggi: le nostre tome, i nostri blu, le nostre paglierine, spesso ormai accompagnati da composte e confetture di frutta, che esaltano questo contrasto.

Lungi da me, invece, abbinare il formaggio con le fave, che invece è un must nelle regioni del Centro Italia, dove il pecorino regna (quasi) incontrastato e dove nei pic nic e nelle colazioni di Pasqua viene spesso servito proprio con le fave.

Ma pensate forse che io mi sottragga dal provare le altrui tradizioni, soprattutto quando riguardano il formaggio? Giammai! E così ho provato i bocconcini di fave, pecorino e menta (un’aggiunta che secondo me funziona benissimo) scovati su Sale & Pepe.

Risultato: una sciccheria che si intona a qualsiasi buffet e che diventa un antipasto sfizioso e grazioso (e pure vegetariano, che non guasta mai) da proporre sulla tavola di primavera.

Semplice e d’effetto.. una figata, insomma!

bocconcini di fave pecorino e menta

Bocconcini di fave pecorino e menta

Ingredienti (per circa 18 bocconcini)

  • olio extra-vergine q.b.
  • pepe nero q.b.

Procedimento

  1. Fate sbollentare le fave in acqua bollente poco salata per qualche istante, quindi privatele della pellicina e sbollentatele nuovamente per altri 5-6 minuti. Scolatele e fatele raffreddare mettendole a bagno in acqua e ghiaccio.
  2. Grattugiate 100 g di pecorino e mettetelo nel bicchiere del frullatore ad immersione con le fave ormai fredde, ben asciugate.
  3. Unite un cucchiaio di olio, una macinata di pepe e qualche fogliolina di menta e frullate grossolanamente. Mescolate bene con un cucchaio.
  4. Prelevate il composto con un cucchiaino, create delle palline grandi quanto una noce e passatele nei restanti 20 g di pecorino grattugiato con una grattugia a fori grossi.
  5. Fate riposare in frigorifero per mezz’ora.
  6. Decorate con foglioline di menta e portate in tavola.

 

bocconcini di fave pecorino e menta finale

Con questa ricetta partecipo alla giornata di fave e pecorino nel Calendario del Cibo Italiano

Ti è piaciuto questo post?