Passata la festa, gabbatu lu santu pt. 3 – Cappone ripieno

Questa ricetta segna la fine della mia serie “passata la festa, gabbatu lu santu“, nata per non dimenticare troppo in fretta le Feste natalizie, che sono ormai ahimé solo un lontano ricordo.

Forse, fra le ricette che vi ho proposto con protagonista il Signor Cappone (e le maiuscole sono d’obbligo), questa è quella maggiormente legata (a filo doppio, direi) alle feste… certo, anche i tortellini non scherzano, ma trovo che quelli possano trovare un utilizzo più vasto, mentre il cappone ripieno richiama immediatamente la festa, È festa: come altro definire, infatti, una carne di per sé già grassa e gustosa, quando viene farcita di ogni ben di Dio?! È festa, non c’è altra spiegazione o definizione che regga.

Per il mio cappone ripieno ho tratto ispirazione da questa ricetta piemontese, cambiandola però secondo il mio gusto personale qui e là.

Continua a leggere Passata la festa, gabbatu lu santu pt. 3 – Cappone ripieno

Passata la feste, gabbatu lu santu pt. 2 – Insalatina di cappone al profumo di Sicilia

 

Come promesso, eccomi qui con la seconda ricetta per non dimenticare troppo in fretta le Feste. Protagonista è di nuovo il Signor Cappone, questa volta in carne ed ossa, non sotto forma di brodo.

Questa ricetta, infatti, nasce proprio per riutilizzare la carne lessa di cappone una volta ottenuto il brodo per i nostri tortellini.

Ho pensato immediatamente ad un’insalatina di lesso, leggera e perfetta come antipasto o come secondo sfizioso, e ho deciso di darle il profumo della Sicilia, aggiungendo arance (in spicchi e in succo) e mandorle.

La ricetta, veloce veloce e senza quantità (questa è una classica ricetta “ad occhio“) la trovate su Honest Cooking.

A presto con la terza ricetta per non dimenticare le feste e per onorare fino in fondo il povero Signor Cappone.

Passata la festa, gabbatu lu santu pt. 1 – Tortellini in brodo di cappone

Tortellini blog

C’è questo famoso detto, in uso soprattutto nel sud Italia, che recita “passata la festa, gabbatu lu santu“… in poche parole, sarebbe a dire che chi ottiene un piacere richiesto, spesso si dimentica in fretta del bene ricevuto.

Così, appena passate le feste, è facile, riprendendo a lavorare, dimenticarsi del riposo (per chi ne ha fatto tesoro), dei pranzi luculliani, del Natale e dell’essere tutti più buoni (che poi sarà vero?).

Ma io dico NO a questa capacità di dimenticare troppo velocemente e mi oppongo in maniera attiva, pubblicando ora, a feste terminate, tre ricette per ricordarsi del Natale anche quando ormai è gia lontano. Anticipo solamente che si tratterà di due ricette della tradizione e una “di recupero” unite da un leit motiv, il Signor Cappone (che ha già patito in vita la castrazione, quindi vorrei che almeno da defunto venisse elogiato e festeggiato).

La prima di queste ricette, assolutamente tradizionale (e tipica dei pranzi di festa) e pienamente emiliana (anche se la paternità modenese o bolognese è ancora in discussione), i tortellini in brodo (di cappone). Inutile dire, quindi, che la ricetta non fa parte della mia tradizione famigliare, ma è stata “rubata” alla tradizione altrui: nello specifico si tratta della ricetta di famiglia di Sara, aka Fiordifrolla, da me lievemente modificata.

Continua a leggere Passata la festa, gabbatu lu santu pt. 1 – Tortellini in brodo di cappone