Carpaccio di pesce spada in rosa

Nello scorso post vi parlavo di primavera, delle sensazioni che questa stagione ricca di vita mi trasmette e di voglie che mi fa scaturire in un baleno. Beh, la voglia di un viaggio on the road me la sono tolta, nel mentre.. 5 giorni meravigliosi per le strade della Provenza e della Camargue, tante tappe, tanti posti stupendi che ancora mi riempiono gli occhi, tanti colori e profumi, tanti passi fatti e tanti ancora da fare.

Dopo tutto ciò, lo ammetto, il ritorno alla realtà è stato particolarmente duro, e il desiderio di cucinare è andato a farsi un giretto pure lui. Ma avevo assolutamente voglia di qualcosa di fresco e profumato, che accompagnasse la stagione appena iniziata e desse possibilmente una spinta all’estate, che così arriverà in un battibaleno (facendoci poi immancabilmente provare nostalgia per l’autunno è l’inverno.. che volete farci, è una ruota che gira). Così, ecco l’idea di un carpaccio di pesce spada con condimento “in rosa“, un omaggio alla stupenda “La vie en rose” di Edith Piaf, una canzone che ha accompagnato (insieme a mille altre) questo mio viaggio. E, il risultato, una ricetta-non ricetta dai profumi freschi, intensi e agrumati.

Ma prima di lasciarvi alla ricetta (se si può chiamare così, data la sua banalità), voglio farvi capire il tremendo effetto da ritorno post-vacanza attraverso un’immagine, un insieme di foto che racchiudono alcune delle suggestioni di quei giorni fantastici in terra francese.

Ditemi voi come non provare nostalgia… e dire che sono già pronta a ripartire, la prossima settimana, destinazione Bruxelles (quindi se avete consigli/suggerimenti/idee, non siate timidi, che le mie orecchie sono sempre bene aperte). Non c’è niente da fare, il mio gene vagabondo inizia a farsi vivo ogni giorno di più.

Continua a leggere Carpaccio di pesce spada in rosa

Benvenuta estate: sorbetto al pompelmo rosa (senza gelatiera)

No, non sono impazzita saltando quasi un mese dell’amato/odiato calendario… so che mancano ancora tre settimane almeno all’avvento dell’estate! Ma, visto che da giorni ormai le temperature a Torino (nella fredda ed uggiosa Torino) sono fisse sui 30°C, mi sa che almeno di fatto l’estate è qui con noi..

E cosa c’è di meglio per rinfrescarsi dall’arsura rispetto ad un buon sorbetto fatto solamente con frutta fresca, zucchero e acqua?!

Fino ad oggi non mi ero mai confrontata con questa preparazione, non possedendo una gelatiera, ma poi, complice una puntata particolarmente esplicativa de La prova del cuoco (che però riguardava il sorbetto fatto con la gelatiera) e un post dedicato a questo fantastico spezza-caldo, mi sono detta: è ora che ci provi!

Così ho preso gli ingredienti consigliati da La prova del cuoco, il procedimento di Le ricette di Nicola e ho creato il mio personale mostro (per modo di dire, visto che il risultato mi ha assolutamente soddisfatta): un fresco e salutare sorbetto, che io ho scelto di aromatizzare al pompelmo rosa (così, se non fosse riuscito alla perfezione, avrei potuto dare la colpa a questo cambio di ingrediente.. diabolica).

Giusto per fare un riassunto sugli ingredienti (in base a quanto detto a La prova del cuoco), per fare un chilo di sorbetto alla frutta bisogna tenere a mente delle percentuali (che valgono per la frutta contenente l’8% di zuccheri: nella puntata di faceva l’esempio delle fragole): bisogna sempre usare il 50% di frutta (500 g), il 28% di zucchero (cui va tolto l’8% di prima, quindi in tutto 240 g) e l’acqua va per differenza, quindi 260 g (in tutto 1 kg di ingredienti); inoltre, come addensante, si usava un cucchiaino di farina di carrube.

Ovviamente queste percentuali non valgono per gli agrumi, che contengono meno zucchero e di cui non si usa la polpa, ma il succo.

Quindi, dopo questa “introduzione alla matematica da sorbetto”, seguitemi per la ricetta del MIO sorbetto!

Naturalmente il tutto va gustato bello fresco, in modo da trovare un po’ di frescura da questa precoce estate!

Con questa ricetta partecipo al contest di About Food dal titolo Gelati e Semifreddi. Trovate il link al contest cliccando sull’immagine qui sotto.