Un piatto per l’estate: carpaccio di polpo

A dispetto del termine carpaccio, questa non è una preparazione a crudo, come già molti di voi sapranno. Il piatto finale, però, è un piatto fresco, leggero, che potete condire come più vi aggrada, e che farà sicuramente un figurone sulla vostra tavola estiva.

Infatti, oltre ad essere un piatto sano, leggero e, a mio avviso, buonissimo, si prepara praticamente da solo (a patto di avere 24 ore di tempo) ed è inoltre un piatto gradevole alla vista. Per tutte queste ragioni, quindi, un grande piatto.

Prima di assaggiare, ormai qualche anno fa, il carpaccio di polpo, per me il polpo era sempre stato sinonimo di polpo e patate (cosa che non rinnego: lo adoro tuttora): poi però il carpaccio mi ha conquistata e, dopo averlo mangiato ed apprezzato in diverse occasioni, ho deciso che fosse giunta finalmente l’ora di cimentarmi in questa ricetta, con un risultato al di sopra delle mie aspettative.

carpaccio di polpo

Concludo il post di oggi con quella che per me è una gran bella notizia, e motivo di soddisfazione: infatti, oggi sono ospite della settimana nella rubrica “Foodblogger” sul blog di Made In Kitchen, un luogo dove condividere e scoprire tantissime ricette buone e interessanti. Se foste interessati alla mia piccola intervista e a vedere qualche immagine della mia cucina (quella vera) la trovate qui.

Colgo l’occasione per ringraziare nuovamente lo staff di Made in Kitchen per questa opportunità!

Grazie!!!